Le comete

cometa 

Le comete hanno sempre rappresentato per l’uomo un evento particolare, considerato a volte portatore di buoni, o più spesso, di cattivi presagi. Tanti, ancora oggi, si chiedono se effettivamente, portino sfortuna o se, in qualche modo, abbiano potuto influire sulla vita del nostro pianeta. Nonostante questi corpi celesti si siano presentati frequentemente nei nostri cieli durante i cinquemila anni di storia documentata dell’essere umano, solamente negli ultimi secoli è stato possibile attribuire a tali corpi un significato “scientifico”.
Nella storia le comete sono state associate a grandi battaglie e a catastrofi naturali, scaricando su di esser quanto di malvagio poteva esserci in momenti particolari, caratterizzati da un’elevata tensione emotiva. A posteriori, possiamo in questo fatto riconoscere un vantaggio: forse, se non ci fossero state battaglie o catastrofi, alcune comete non sarebbero mai state registrate.
Più serio è invece l’argomento che riguarda l’influenza delle comete sulla vita sul nostro pianeta, una questione molto dibattuta. Infatti, lo studio dell’età dei crateri di impatto sulla crosta terrestre e di eventi paleontologici singolari, quali la scomparsa dei dinosauri 65 milioni di anni fa, ha suggerito l’ipotesi che il violento impatto di una cometa con la Terra potrebbe aver provocato, con una catena di conseguenze non del tutto note, quella e altre estinzioni di massa.

Se in passato le comete hanno influito nella storia della Terra e dell’uomo, ai nostri giorni il passaggio di una grande cometa suscita oltre all’interesse di astronomi e astrofili, anche la curiosità di una larga parte dell’opinione pubblica. E’ sicuramente un evento affascinante la comparsa in cielo di un oggetto diffuso e brillante come una lunga scia luminosa: il passaggio di una cometa è anche un grande spettacolo della natura.

Nel 1950 Jan Oort, astronomo olandese, ipotizzò l’esistenza di una estesa nube di corpi cometari orbitanti intorno al Sistema Solare. Ancora oggi, in realtà, non è stata stabilita con certezza l’effettiva esistenza della Nube di Oort, ma gli indizi indiretti sono così numerosi da considerare l’esistenza ditale struttura abbastanza consolidata. Infatti: in primo luogo sono stati scoperti un gran numero di corpi trans-nettuniani, corpi che orbitano al di là dell’orbita di Nettuno, fascia di corpi che viene definita come Fascia di Edgeworth-Kuiper. In secondo luogo, oggi è possibile osservare intorno ad altre stelle, sistemi fatti di materiali, polveri e gas che sono l’ingrediente primordiale per la formazione dei corpi cometari e non abbiamo ragione di pensare che, ai tempi della sua formazione, il nostro Sole non abbia fatto eccezione in questo senso. Ma l’evidenza più importante e più convincente rimane il fatto che noi possiamo osservare un numero rilevante di comete di lungo periodo in orbita quasi parabolica, che devono provenire da regioni estremamente periferiche del Sistema Solare, valutate tra i 20.000 UA e 60.000 UA (dove 1 UA= distanza media tra Sole e Terra).

Sabrina

Informazioni su Sabrina Masiero

Ricercatore Astronomo (Tecnologo III livello) presso INAF-Osservatorio Astronomico di Palermo-Gal Hassin, Centro Internazionale delle Scienze Astronomiche di Isnello, Palermo. In precedenza: Borsista presso INAF-Osservatorio Astronomico di Padova e Fundaciòn Galileo Galilei, FGG-Telescopio Nazionale Galileo, La Palma, Isole Canarie.
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Una risposta a Le comete

  1. tommaso dice:

    secondo me le comete sono fatte per avverare desideri cmq un pò avete ragione credo che sia tutto vero quello che sto per dirvi:nel 2029 passerà una cometa che si vedrà molto ma molto da vicino e sarà la prima cometa ad essere più vicina alla terra cmq la fine del mondo nn sarà nel 2012 in quell'anno 2012/21/12 finirà soltanto il calendario maya ma avverte di una catastrofe che avverà in futuro su una stella che cade e gli scienziate parlano chiaro questo fatto avverà nel 2036 però siamo fortunati avendo questa tecnologia perchè la NASA a pensato di lanciare un missile o una roba del genere per distruggere la cometa o tagliarla metà come nei film di fantascienza però state attenti anche ai raggi ultravioletti e nn dimenticate anke del buco dell'ozono ma gente ci pensate che stiamo distruggendo il nostro mondo con le fabbriche proviamo a nn inquinare bastano solo piccoli gesti e altri ci hanno già provato. grazie per aver letto la mia relazione e sono un ragazzo di 11