Gauss astronomo e fisico (II parte)

distribuzione normale di gauss

Continua…

L’interesse di Gauss si spostò quindi dalla teoria pura alla matematica applicata, e in particolare all’astronomia: riuscì a calcolare l’orbita dell’asteroide Cerere, appena scoperto dall’italiano Piazzi, con un metodo matematico rivoluzionario. In effetti, il corpo celeste rimase visibile per poco più di un mese e in molti cercarono di ipotizzare dove sarebbe ricomparso in futuro. Le previsioni di Gauss erano in netto contrasto con quelle degli altri astronomi, ma quando un anno dopo, l’asteroide ricomparve si scoprì che aveva ragione, lui, ancora una volta.

cerere

Gauss si interessò all’elettromagnetismo, scoprendo una legge fondamentale dei campi magnetici che ancora oggi porta il suo nome, così come “gaussiana” è la denominazione della curva più nota in statistica.
Usò il suo genio anche in campi più “venali”: studi matematici sui mercati e applicati all’economia gli permisero di mettere da parte anche una notevole fortuna personale (come dire: uno la fortuna se la può anche … calcolare!).
Nonostante la varietà dei campi in cui applicò il suo Genio, Gauss rimase prima di tutto e sempre un matematico. Del resto, forse solo un amore puro e totale verso questa disciplina può permettere di dire:

Non avete idea di quanta poesia ci sia in una tavola di logaritmi.

Sabrina

Informazioni su Sabrina Masiero

Ricercatore Astronomo (Tecnologo III livello) presso INAF-Osservatorio Astronomico di Palermo-Gal Hassin, Centro Internazionale delle Scienze Astronomiche di Isnello, Palermo. In precedenza: Borsista presso INAF-Osservatorio Astronomico di Padova e Fundaciòn Galileo Galilei, FGG-Telescopio Nazionale Galileo, La Palma, Isole Canarie.
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

I commenti sono chiusi