Eclissi di Sole, terremoti o eruzioni vulcaniche

 

Sole-Terra-Luna

In figura: A sinistra il Sole, la Luna nella fase “nuova”, la Terra con i rigonfiamenti mareali estremamente esagerati per dare l’idea del fenomeno delle maree provocato dalla Luna; infine, la posizione della Luna rispetto agli altri due corpi nella sua fase “piena”.

 

Spesso capita di trovare siti internet, documentari in cui viene proposta la correlazione tra eclissi di Sole e terremoti o eclissi di Sole ed eruzioni vulcaniche.

Non c’è nessuna relazione provata tra questi fenomeni. Che si verifichi un terremoto prima o dopo un’eclisse di Sole o di Luna, che un vulcano si risvegli come conseguenza di un’eclisse avvenuta qualche tempo prima, non ha alcun fondamento.

E’ noto da millenni che l’eclisse è solamente un fenomeno “geometrico”: un particolare caso di allineamento fra Terra, Sole e Luna. Si tratta di un evento spettacolare e forse un po’ inquietante che nei secoli passati è stato interpretato come un cattivo presagio. Per il resto, non ha effetti seri sul nostro pianeta.
I fenomeni ai quali un’eclisse dà luogo sono lievi e di breve durata: durante un’eclisse totale viene ovviamente a mancare la luce solare ed insieme ad essa il calore. Ciò provoca un abbassamento di temperatura che non supera i 10 gradi, rispetto alla temperatura prima del fenomeno. Questo può produrre un movimento delle masse d’aria e quindi il cosiddetto “vento dell’eclissi”.
Dato che l’eclisse è un fenomeno di allineamento fra Terra, Sole e Luna, questo allineamento può influire sulle maree, che sono determinate dall’attrazione gravitazionale combinata di Luna e Sole sulle masse d’acqua del nostro pianeta.
In questo caso, infatti, l’effetto di marea del Sole agisce lungo la stessa direzione di quello della Luna (che ha un’intensità circa doppia rispetto a quello del Sole) e si somma con esso. Tuttavia, questo effetto è presente non solo durante un’eclisse di Sole bensì ad ogni novilunio, dato che anche allora Sole e Luna si trovano pressappoco nella stessa direzione.

Sabrina

Informazioni su Sabrina Masiero

Ricercatore Astronomo (Tecnologo III livello) presso INAF-Osservatorio Astronomico di Palermo-Gal Hassin, Centro Internazionale delle Scienze Astronomiche di Isnello, Palermo. In precedenza: Borsista presso INAF-Osservatorio Astronomico di Padova e Fundaciòn Galileo Galilei, FGG-Telescopio Nazionale Galileo, La Palma, Isole Canarie.
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

11 risposte a Eclissi di Sole, terremoti o eruzioni vulcaniche

  1. Giovanni dice:

    Nel 1999 si verificò la più "abbondante" ecclissi di Sole che, a mia memoria, sia stata visibile dall'Italia meridionale. Per assistere al fenomeno, procurammo una partita di mascherine da saldatore e andammo a goderci lo spettacolo proprio in mare, ormeggiandoci a poche centinaia di metri dalla costa con un piccolo motoscafo. Quel che ricordo è che durante l'eclissi il paesaggio assunse un aspetto vagamente strano: la luce diminuiva come se calasse la sera, ma data l'altezza del Sole, l'illuminazione continuava ad apparire diretta, invece che radente. Attorno al massimo della penombra, alcuni banchi di pesci iniziarono ad affiorare alla superficie, visibilmente disorientati dall'insolita situazione, tanto che in breve tempo il disco oscurato del Sole non era più il principale oggetto di interesse. In quell'occasione, l'allineamento del Sole e della Luna non ci fece assistere a particolari escursioni mareali, ma certo ci rivelò quale abbondanza di vita si nascondesse sotto la superficie del nostro mare. E anche quella è stata una gradevolissima sorpresa.

  2. Sabrina dice:

    Anch'io ho visto l'eclisse di Sole dell'11 agosto 1999 in una località di mare dell'Italia meridionale. C'è qualcosa di strano nel cielo, nell'aria durante l'eclisse, anche se non raggiunse la fase di totalità… Un mio collega e amico astronomo ci raggiunse e iniziammo a seguire l'eclisse non solo con gli speciali occhiali, ma anche sistemando fogli di carta per terra per osservare il sole a "mezzaluna" senza guardarlo direttamente.

    L'eclisse di Sole e di Luna hanno sempre un fascino speciale.

  3. Sabrina dice:

    Qualche anno fa chiesi ad un mio amico che si occupava di fisica solare la relazione che avrebbe potuto esserci tra eclissi di Sole e maremoti o terremoti, domanda che mi era stata rivolta da un ragazzo che aveva guardato il National Geographic.
    A tal riguardo, molti sono i calcoli fatti che dimostrano che, durante l’allineamento della Terra col Sole e la Luna, l’azione gravitazionale esercitata dal Sole sulla Terra o dalla Luna sulla Terra è insignificante rispetto all’azione gravitazionale esercitata quando non vi è l’eclisse, dunque in particolare fuori allineamento.
    Non è una sorpresa d’estate aggirarsi tra la gente al mare o al supermercato e sentire le signore affermare: “Con questo caldo afoso arriverà di sicuro un terremoto”.
    No signore, state tranquille. Al massimo, suderete di più.

  4. Monica dice:

    Neppure io credo all’ipotesi che i terremoti o le eruzioni vulcaniche siano legate alle eclissi di Sole. Perché allora la terra trema e i vulcani si risvegliano fuori eclisse?
    Monica

    • Gabriele dice:

      in alcuni casi dopo l'eclissi di sole si è verificato un gran terremoto, è accaduto nel 1999, 2001, 2004, 2006.
      Credo che siano stati fatti anche alcuni lavori per cercare una correlazione. In alcuni casi, vedi terremoto dell'Aquila, la correlazione è stata cercata anche nella congiunzione luni/solare/venere di quest'anno.
      Non so il grado di attendibilità, ma avendo notato di persona che la coincidenza eclisse totale/anulare terremoto oltre la mag 7 si verifica, resto sempre con il fiato sospeso. e aspetteremo il 22 luglio.
      Di fatto in zone sotto stress geologico una piccola forzaproveniente dall'attrazione lunisolare potrebbe sicuramente aiutare la falda a cedere.
      Ciao

  5. Sabrina dice:

    Sai, Gabriele, le notizie che riguardano la correlazione eclissi di Sole/Luna con i terremoti o maremoti ed eruzioni vulcaniche mi lasciano dubbiosa. I pianeti e il Sole si trovano a distanze grandissime e l'allineamento che si registra durante il fenomeno dell'eclisse mi pare davvero irrilevante sulle terre emerse della Terra. Del resto i movimenti tellurici provengono dall'interno grazie ad onde sismiche che si propano sulla superficie con danni significativi a cose e persone, come ben sappiamo.
    Tante volte, poi, gli oggetti celesti sono quasi allineati fra loro ma non si verifica l'eclisse e neppure il terremoto.
    Una volta lessi qualcosa di curioso anche sul pendolo di Foucault: durante l'eclisse il suo moto variava… Ma ancora non si sono potute fare misurazioni precise di questa variazione.

    • gabriele dice:

      E' un argomento interessante da approfondire, che ho lasciato sempre in background. Per aggiungere qualcosa la forza che un corpo imprime su un'altro è regolata dalla solita legge di Newton. Applicata a sole e luna determina un valore di accelerazione molto piccolo rispetto a quello di g. In particolare g(totale)=g(terra)+g(luna)+g(sole) da semplici conti si trova che g(terra)=9.80665 m/s^2 g(luna)=1.10×10-6 m/s² g(sole)= 5.05×10-7 m/s². Valori veramente piccoli, parti per milione.
      Vediamo quanto varia il peso di una montagna sopra una falda in tensione. Se la montagna fosse alta 2000m la possiamo pensare come una piramide di terra (densità media 2.8 gr/cm^3 =2.8×10-3 Kg/m^3) e supponiamola a base quadrata con i fianchi inclinati di 30°. La lunghezza della base è semplicemente tan(60)*2000*2=6928m.
      Il volume della piramide è V = 1/3 * area della base * altezza e quindi 0.3333*6928^2*2000=3.2×10+10m^3
      La forza sarà semplicemente m * g. Ora il calcolo diretto usando la g(totale) è semplice ma non tiene conto della rotazione terrestre. Utilizziamo allora l'accelerazione di gravità misurata dagli strumenti prendendo i due valori estremi causati dal moto di sole e luna (vedi http://www.leapsecond.com/hsn2006/ch1.htm ) pari a +200microGal e -100microGal (1 Gal = 0.01 m/s-2) [il valore negativo indica che la direzione è invertita].
      La massima attrazione fa pesare la montagna di 3.2×10+10 * 2.0×10-4 = 6.4×10+6 N
      La minima attrazione fa pesare la montagna di 3.2×10+10 * -1.0×10-4 = -3.2×10+6 N
      La tensione totale che si registra in 12 ore circa è quindi di 9.6×10+6 N cioè facciamo 10^10 N ~ 10^6 tonnellate.
      Ora, pur sbagliandomi, una montagnola genera una notevole tensione e quindi il sospetto che l'attrazione lunisolare possa favorire rotture di falde sotto tensione potrebbe essere fondato.
      Di seguito riporto alcune note per chi volesse approfondire.
      Misure di gravità durante le eclissi (http://www.springerlink.com/content/c80v500611423168/ oppure http://www.eclipse2006.boun.edu.tr/sss/paper03.pd… oppure http://users.utu.fi/kuusela/gravity/Report.pdf ) non hanno rivelato variazioni superiori a 3microGal).
      Al Cern ci sono variazioni nell'energia delle particelle accelerate dovute ad azioni sulla crosta terrestre, li piatta, da parte dell'attrazione lunare (https://jwenning.web.cern.ch/jwenning/documents/EnergyCal/tide_slrep.pdf e http://accelconf.web.cern.ch/AccelConf/p99/PAPERS… ).
      Un conto piu' preciso dei valori di g si puo' trovare qui http://www.wbabin.net/science/olah.pdf
      Ciao, Gabriele

      • Sabrina dice:

        E' un argomento interessante e che finora non avevo mai approfondito, anzi, le persone che avevo contattato mi aveva dato risposte negative. Sapevo di un'abbondante letteratura in merito e i risultati non erano così scontati come invece ho trovato su questi file che hai indicato.
        Che le eclissi di Sole e di Luna possano davvero produrre un'azione sui terremoti è perciò una questione ancora aperta e tema di grandi dibattiti. Sicuramente, le mie idee in proposito si rafforzeranno in positivo o in negativo dopo aver letto tutta la preziosa documentazione che hai indicato. Grazie, Gabriele.
        Ciao. Sabrina

  6. Monica dice:

    Ma allora, qualche volta “a Voyager” dicono la verità?
    Di sicuro rimane curioso e affascinante il fatto che la Natura ha sempre qualcosa con cui stupirci.
    Gabriele, hai fatto una gran bella ricerca. Bravo!
    Monica

  7. Gabriele dice:

    Mancano 7 giorni all'eclisse di Sole piu' lunga del millennio, che avverrà in Cina. Stiamo a vedere che la Terra ne risentirà?
    Stiamo a vedere, intanto io tengo le orecchie dritte.
    E' appena accaduto un terremoto di mag.7,7. http://www.emsc-csem.org/index.php?page=current&a
    Ciao

  8. Pingback:Studi sulla correlazione tra eclissi di Sole e terremoti « TuttiDentro