9. Una componente minore dell’Universo

  Courtesy: Chandra X ray Al termine di questa disamina delle moderne teorie che tentano di spiegare la natura e la distribuzione della materia oscura nell’Universo, richiamiamo i dati di fatto fondamentali: 1. C’e’ un tipo di materia nell’Universo diversa da quella che compone l’uomo e tutti i corpi celesti. … Continua a leggere …

8. Come si studia la materia oscura (II parte)

Ma dove si accumula la materia oscura? Viene subito da pensare: al centro della nostra Galassia. Si può allora stimare con il calcolo il flusso della radiazione di annichilazione proveniente dal centro galattico e comparare la previsione con le osservazioni.Gli ingredienti del calcolo sono almeno quattro: la probabilità di annichilazione … Continua a leggere …

7. Come si studia la materia oscura (I parte)

Credit: Chandra X ray Un primo metodo allo studio della materia oscura è quello di cercare negli acceleratori le tracce dell’esistenza di nuove particelle non barioniche che abbiano le proprietà giuste. Questo è ciò che avviene, ad esempio, nel caso degli esperimenti dedicati alla supersimmetria. Un secondo metodo è la … Continua a leggere …

6. Com’è distribuita la materia ocura

Questa immagine è disponibile sul sito “The Millennium Simulation Project” del Max Planck Institut (MPA) di Garching: http://www.mpa-garching.mpg.de/galform/virgo/millennium/  .   Dopo una breve interruzione, riprendo con il tema della materia oscura. Su suggerimento di Flavio Chinellato, astrofilo. Tratto da: “Dov’è e che cos’è la materia oscura” di Gianfranco Bertone – pubblicato su … Continua a leggere …

Quanto vale il nostro futuro

Voglio segnalare l’articolo che Andrea Macco nel suo Blog “L’Universo in Clessidra” ha sistemato il 21 luglio scorso, dedicato al 50esimo Anniversario della NASA (28-29 ottobre 2008): http://andreamacco.wordpress.com/2009/07/21/il-coraggio-di-andare-dove-nessuno-e-mai-andato/#comments riportando il discorso di Stephen Hawking letto in occasione della Conferenza ufficiale, e  che è stato pubblicato dal Secolo XIX di Genova in ricordo del … Continua a leggere …

Un altro colpo inferto al pianeta Giove

Courtesy: Infrared Telescope Facility, NASA Ci sono evidenze osservative che un oggetto abbia colpito il pianeta Giove, esattamente 15 anni dopo l’impatto della cometa Shoemaker-Levy 9. Scienziati del Jet Propulsion Laboratory di Pasadena (California) utilizzando l’Infrared Telescope Facility della NASA, situato sulla sommità del Mauna Kea nelle Hawaii, hanno documentato … Continua a leggere …

Ecco le prove che siamo stati sulla Luna

Questa è una notizia che viene diffusa all’opinione pubblica in occasione del 40esimo anniversario del primo sbarco dell’uomo sulla Luna. Le prove ce le fornisce la Nasa stessa, grazie ad una serie di scatti fotografici compiuti dalla sonda  Lunar Reconnaissance Orbiter (LRO). La rivista online di astronomia, L’astrofilo, scaricabile gratuitamente … Continua a leggere …

Nous ne savons…

  La Toscana vista con gli occhi e il cuore di Michal Vitasek. Tuscany seen with the eyes and heart of Michal Vitasek. All his original and absolutely stunning pictures are available at: http://www.fotokrajina.cz/ . Thank you, Michal.    Nous ne savons encore presque rien et nous voudrions deviner ce dernier … Continua a leggere …

Studi sulla correlazione tra eclissi di Sole e terremoti

L’eclisse di Sole, 22 luglio 2009. Immagini disponibili sul sito de “La Repubblica.it”. Riporto qui di seguito il commento che Gabriele Umbriaco (Dipartimento di Astronomia dell’Università di Padova) ha lasciato qualche settimana fa sul post dedicato ad un possibile legame tra terremoti, eruzioni vulcaniche ed eclissi di Sole pubblicato il … Continua a leggere …