Quanto tempo dura un anno?

Orbita terrestre

Ogni 1 gennaio dobbiamo sostituire il vecchio calendario con quello nuovo. Come si fa a misurare il tempo che trascorre tra il primo gennaio e il 31 dicembre di uno stesso anno? Un anno che naturalmente misuriamo col calendario, ma non è così semplice. Occorre anche mettersi d’accordo sulla durata che si presume debba avere un anno.

I. L’anno siderale

Un anno è il tempo impiegato dalla Terra per compiere un giro intorno al Sole. Espresso in giorni è un po’ più di 365. Il numero non è intero: ecco una fonte di complicazioni, ma in realtà i problemi sono più di uno.
Per capire quanto tempo in più di 365 giorni e per averne una misura, l’idea più semplice consiste nell’utilizzare le stelle. La Terra ruota intorno al Sole secondo un’orbita ellittica, in realtà si tratta praticamente di un cerchio, senonchè il centro di questo cerchio (o ellisse) non è il Sole stesso. D’altra parte le stelle sono distanti, talmente distanti che non è una forzatura per le nostre valutazioni immaginare che esse siano tutte ridotte a dei punti immobili. In questa approssimazione, per conoscere il tempo impiegato dalla Terra a compiere un giro intorno al Sole, si prende una stella qualunque sul piano dell’orbita terrestre, che viene chiamato piano dell’eclittica, e si attende che il Sole passi proprio davanti ad essa. Non appena il Sole ci nasconde la stella scelta, si fa partire un cronometro. La Terra compie il suo “piccolo giro” fino a ritrovarsi di nuovo allineata con il Sole e la stella. A quel punto, si ferma il cronometro, che ci indica la seguente misura;

365 giorni, 6 ore, 9 minuti e 10 secondi

In realtà, nella pratica, occorre essere un po’ più abili, poiché il Sole, con la sua straordinaria luminosità, offusca senza pietà la debole luce della nostra stella di riferimento. A parte questo, il metodo funziona. La misura precedente definisce l’anno siderale, così chiamato perché si calcola a partire dalle stelle.

Ma esiste un modo per misurare l’anno senza servirsi delle stelle.

Continua
Sabrina

Informazioni su Sabrina Masiero

Ricercatore Astronomo (Tecnologo III livello) presso INAF-Osservatorio Astronomico di Palermo-Gal Hassin, Centro Internazionale delle Scienze Astronomiche di Isnello, Palermo. In precedenza: Borsista presso INAF-Osservatorio Astronomico di Padova e Fundaciòn Galileo Galilei, FGG-Telescopio Nazionale Galileo, La Palma, Isole Canarie.
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Una risposta a Quanto tempo dura un anno?

  1. Giovanni dice:

    Intanto questo metodo è spiegato meravigliosamente bene e, nell'attesa del prossimo intervento a riguardo, vorrei ricondurre l'attenzione su alcuni effetti dell'eccentricità dell'orbita terrestre, con l'aiuto dell'immagine che accompagna questa discussione. Anche se l'illustrazione accentua il decentramento del Sole rispetto all'orbita, si può notare che il tempo impiegato dalla Terra per percorrere l'arco primavera – estate è lievemente più lungo di quello impiegato nell'attraversamento di autunno ed inverno (ovviamente, parlo come osservatore dell'emisfero boreale, perché a sud dell'equatore la situazione è esattamente opposta, dato che l'estate australe inizia a dicembre). Questa è una lieve disuguaglianza dovuta al fatto che l'arco orbitale compreso tra l'equinozio di primavera e quello d'autunno è più lungo della restante frazione di orbita e la Terra vi si muove più lentamente. Una situazione destinata a ribaltarsi ogni 57000 anni circa, per effetto delle variazioni millenarie dell'orbita, che ci costringono a ricalcolare periodicamente il nostro calendario.