Calendari lunari

 

Luna BN

Nella tradizione occidentale (soprattutto con l’arrivo del Cristianesimo e l’adozione del calendario solare) l’opposizione tra Luna malefica e Sole benefico è una costante, come si capisce bene da tutta l’iconografia classica. Non esiste nulla di ciò nelle civiltà orientali e arabe che avevano adottato calendari lunari. Proviamo a vedere che differenza c’è tra le due scelte.
L’anno comprende dodici cicli lunari, alternativamente di 30 e 29 giorni, che danno un totale di 354 giorni. Lo scarto di 11,25 giorni rispetto all’anno solare fa in modo che il calendario musulmano comporti 19 anni di 355 giorni e 11 anni di 385 giorni (i cosiddetti “anni abbondanti”). Il primo giorno dell’anno primo (l’Egira) di questo calendario corrisponde al 16 luglio 632 dell’era cristiana.
Oltre ai calendari lunari e solari, esistono anche calendari lunari-solari. Si tratta di calendari sincronizzati sia con la durata dell’anno tropico che con quella del mese lunare. Per poter mantenere questa sincronia, occorre alternare anni di 12 e di 13 mesi. In questi calendari la data d’inizio delle stagioni si sposta in avanti o indietro d un anno all’altro, ma si mantiene sempre vicina (entro 12-13 giorni) a una data fissa. L’astronomo ateniese Metone (V secolo a. C.) aveva notato che 19 anni solari (ciclo di Metone) coincidevano con 235 lune (l’errore è di un’ora e 30 minuti). Ne deriva che il ciclo di 19 anni comprende dodici anni comuni e sette anni embolismici, dove un anno comune dura 354 giorni e alterna dodici mesi di 29 e 30 giorni, mentre un anno embolismico dura 384 giorni e alterna tredici mesi di 29 e 30 giorni.
Avviene lo stesso nel calendario ebraico e nell’antico calendario cinese.

Sabrina

Informazioni su Sabrina Masiero

Ricercatore Astronomo (Tecnologo III livello) presso INAF-Osservatorio Astronomico di Palermo-Gal Hassin, Centro Internazionale delle Scienze Astronomiche di Isnello, Palermo. In precedenza: Borsista presso INAF-Osservatorio Astronomico di Padova e Fundaciòn Galileo Galilei, FGG-Telescopio Nazionale Galileo, La Palma, Isole Canarie.
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

I commenti sono chiusi