Aggiornamento su eclissi e terremoti

di Gabriele Umbriaco, Dipartimento di Astronomia dell’Università degli Studi di Padova

Orbit_Moon and Earth

Aggiorno i dati sui oltre la magnitudine 6.5 verificatesi negli ultimi  sei mesi; su 13 eventi 7 sono dopo l’eclisse del 22 luglio 2009:

2009-08-17   M6.7     SOUTHWESTERN RYUKYU ISLAND, JAPAN
2009-08-16   M6.9     KEP. MENTAWAI REGION, INDONESIA
2009-08-12   M6.6     IZU ISLANDS, JAPAN REGION
2009-08-10   M7.6     ANDAMAN ISLANDS, INDIA REGION
2009-08-10   M6.6     SANTA CRUZ ISLANDS
2009-08-09   M6.9     IZU ISLANDS, JAPAN REGION
2009-08-03   M6.8     GULF OF CALIFORNIA
2009-07-15   M7.8     OFF W. COAST OF S. ISLAND, N.Z.
2009-06-23   M6.8     NEW IRELAND REGION, P.N.G.
2009-06-02   M6.5     VANUATU
2009-05-28   M7.1     OFFSHORE HONDURAS
2009-04-18   M6.6     KURIL ISLANDS
2009-04-16   M6.7     SOUTH SANDWICH ISLANDS REGION

Da parecchi anni alto è l’interesse sull’argomento e le pubblicazioni scientifiche sono, tra l’altro, parecchie.

Possiamo pensare di individuare la posizione della in cielo tramite la sua distanza dal Sole (data sinodica, periodo di 29.6 giorni), oppure tramite la sua distanza dal perigeo (data anomalistica, periodo di 27.6), il punto sulla sua orbita piu’ vicina alla .

Grafico di Knopoff

La figura mostra la correlazione tra i grandi terremoti (con magnitudine maggiore di 7.9) nell’intervallo temporale 1904 – 1954 con le date sinodiche e anomalistiche relative alla Luna.
Le magnitudini dei terremoti sono espressi in ordine decrescente: 8.9, 8.7, 8.6, 8.4, 8.3, 8.1, 7.9 per i cerchi che vanno da 1 a 7, rispettivamente. Nel rettangolo, nell’estremità destra, viene riportato il numero di terremoti in ciascuna parte dello spazio (che in questa immagine sono quasi invisibili, ve li riporto: 52, 14, 60, 19, andando dall’estremità sinistra verso quella destra del rettangolo). Cortesia: Gabriele Umbriaco.

Già nel 1970 il Prof. Knopoff, dell’Istituto di Geofisica della California, aveva trovato una correlazione stretta tra i grandi terremoti e queste date.  Il prossimo 19 agosto la Luna sarà al perigeo e il giorno dopo , il 20 agosto, in congiunzione con il Sole, nella fase di Luna nuova. 

 

mappa gavitometrica_20 agosto 2009Fonte: NASA /GISS (Goddard Institute for Space Studies). Mappa dell’accelerazione di gravità terrestre (o “mappa gravitometrica”) dovuta all’attrazione luni-solare prevista per il 20 agosto 2009. Disponibile alla pagina  http://aom.giss.nasa.gov/tides.html inserendo la data, il mese e l’anno. Cortesia: Gabriele Umbriaco.

 

Come abbiamo già detto in precedenza, c’e’ il sospetto che la differente accelerazione di gravità indotta sulla Terra dalla posizione di Luna e Sole influenzi le tensioni della tettonica terrestre, fino al punto da agevolare l’attività sismica. Il proverbio arabo: “È l’ultimo filo di paglia quello che spezza la schiena al cammello” è quello che fa al caso nostro.

Mi sono tolto lo sfizio di vedere la mappa dell’accelerazione di gravità terrestre dovuta all’attrazione luni-solare durante gli ultimi terremoti. L’immagine qui sopra mostra le zone rosse (zona alta della scala composta da vari colori che indicano l’intensità, riportata a sinistra del diagramma) dove l’accelerazione è maggiore di quella media, e in azzurro (zona bassa della scala, a sinistra del diagramma) dove è inferiore. Di solito questi ultimi terremoti si sono verificati nelle aree di maggior “pressione” o “depressione” gravitazionale.

Alcune mappe gavitometrice dei terremoti le potete trovare alla pagina: http://yfrog.com/2gtides0908170005jx .
Lascio a voi i commenti.

Gabriele

Informazioni su Sabrina Masiero

Ricercatore Astronomo (Tecnologo III livello) presso INAF-Osservatorio Astronomico di Palermo-Gal Hassin, Centro Internazionale delle Scienze Astronomiche di Isnello, Palermo. In precedenza: Borsista presso INAF-Osservatorio Astronomico di Padova e Fundaciòn Galileo Galilei, FGG-Telescopio Nazionale Galileo, La Palma, Isole Canarie.
Taggato , , , . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

9 risposte a Aggiornamento su eclissi e terremoti

  1. Monica dice:

    Incredibile! Spero che si continui a fare ricerca su questo argomento perchè la cosa porterà sicuramente a dei risvolti curiosi.

  2. Francesca dice:

    Fa impressione osservare queste mappe gravitometriche: col passare dei giorni l'intensità dell'attrazione lunare cambia la sua posizione sulla sua superficie terrestre…
    Se non ho capito male, Gabriele, per il giorno 20 agosto, potrebbero essere a rischio terremoti quelle zone in viola-rosso, a causa dell'azione lunare sulla superficie terrestre. L'Europa e la stessa Italia non dovrebbero registrare grossi azioni mareali…
    Grazie, Francesca.

    • gabriele dice:

      Le mappe gravimetriche indicano che per il 19/20 l'intensità dell'attrazione gravitazionale lunisolare è massima, riferita all'ultimo mese. Questo potrebbe indicare un indice di attenzione nelle zone sotto tensione. Sembra oservando i grafici nei momenti in cui si sono verificati i terremoti maggiorin che c'e' correlazione tra posizione del terremoto e posizione del massimo o minimo di tensione gravitazionale, nei grafici i colori che indicano gli estremi, +1.5 e -1.5.
      Per le maree il discoro è piu' complicato perche' esse sono il frutto della relazione tra le masse d'acqua e l'attrazione lunisolare ma anche con la presenza di condizioni meteo (vento, press. atm., ecc.) e strutture geologiche (coste, fondali, ecc.), vedi ad esempio questo sito http://foxyurl.com/rW1 che mostra l'andamento delle onde nei prossimi giorni nell'atlantico.
      Puoi anche confrontare i dati di previsione della marea prevista a Venezia http://foxyurl.com/rW8.
      Ciao.

      • Francesca dice:

        Grazie Gabriele, quando parlavo di "maree" mi riferivo a quelle terrestri, però in effetti anche quelle di acqua sono importanti, soprattutto se si tiene conto delle condizioni meteo che influiscono non poco sull'altezza delle maree.
        Sono davvero interessanti questi diagrammi!

  3. Sabrina dice:

    Gabriele confermerà la tua ipotesi, ma è proprio così. Queste mappe sono davvero interessanti, sarebbe bello che l'Italia investisse soldi e scienziati in queste ricerche. Io mi offrirei ben volentieri.

  4. Amedeo dice:

    Confesso che la mia preparazione su questo argomento si limita ai documentari e a quello che trovo nei giornali, in rete leggo poco.
    E' sicuramente un argomento affascinante, direi che sarebbe bene approfondire la cosa e mettere nero su bianco, cercando di eliminare tutte le cattive informazioni che si diffondono quotidianamente. I terremoti mi spaventano, e mi sorprende che un fenomeno spettacolare come l'eclisse di Sole o la Luna piena possano in qualche modo agire sulla superficie terrestre.
    I nostri antenati qualche intuizione l'hanno davvero azzeccata!

  5. Francesca dice:

    Anche a me spaventano i terremoti, ma questo argomento è interessante e credo sia giusto affrontarlo seriamente.

  6. Giulia dice:

    Di fronte a questi diagrammi io rimango senza parole. E' domani il 20 agosto e al pensiero che un terremoto possa succedere mi viene la pelle d'oca. Mi fa pensare ad una cosa: che certe catastrofi si possano prevedere…