Un astronomo a La Silla

Giuseppe Altavilla a La Silla

 

di Giuseppe Altavilla, astronomo dell’Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF) – Osservatorio Astronomico di Bologna

Sono a La Silla per il progetto GAIA (bel nome femminile, ma è l’acronimo per “Global Astrometric Interferometer for Astrophysics”). Sul sito dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA) potrete trovare molti dati: http://sci.esa.int/science-e/www/area/index.cfm?fareaid=26 . L’obiettivo principale è di misurare la posizione di circa un miliardo di stelle delle nostra Galassia e del Gruppo Locale con grande accuratezza; di ottenere misure fotometriche e spettrali di tutti gli oggetti; di ricavare la velocità spaziale delle stelle della Galassia dai moti e dalle distanze stellari; di ottenere una mappa della struttura tridimensionale della nostra Galassia. Io, in particolare, sono impegnato nel realizzare un catalogo di stelle standard spettro-fotometriche per calibrare i dati. E’ il mio piccolo ma personale contributo alla missione…

Vi confesso che non ho tempo per fare altro. In sette notti se una soltanto sarà nuvolosa e non si potrà osservare, andrò a dormire e non mi lamenterò affatto per il destino avverso.

Appena arrivato, però, prima di dar inizio a tutto il lavoro, ho avuto tempo per fare un po’ di jogging e di ammirare la bellezza del luogo, ma ora ho sempre i minuti contati. Se potessi avere qualche minuto in più, la cosa non mi dispiacerebbe affatto… E dormirei!

Nonostante questo, quando controllo il cielo, i miei occhi si fissano sulle Nubi di Magellano e improvvisamente il sonno passa, i minuti si fermano… Dispiace solo che la luce della Luna sia troppo brillante per non poterle ammirare nella loro bellezza totale.

IMG_2329

Ho imparato a non pestare i piedi a chi sta osservando, capisco come ci si sente alle quattro del mattino con altre quattro ore davanti. Dormendo poco si diventa nervosi (e questo non capita solo agli astronomi), ma se avrò l’occasione per una nuova corsetta, la mia tensione diminuirà anche se in agguato ci sta sempre il raffreddore, perché le temperature in questo periodo a La Silla sono proprio basse…

 Se dovessi fare il resoconto di una giornata tipica, beh… La sveglia è verso l’una, solo il tempo di darsi una sistemata e mangiar qualcosa, poi alle 15 via di corsa in “Control Room”, dove si tiene d’occhio il telescopio. Dopo circa tre ore di calibrazioni dei dati, alle 18 apre la mensa e ancora una volta si va di corsa a cenare, a lavarsi i denti per fiondarsi nuovamente in “Control Room”, dato che il Sole tramonta alle 18:30. Si tira fino all’alba, verso le 6; se si e’ fortunati alle 7 si va a nanna.

 

Cartello significato a La Silla
Non e’ che sia una cosa molto attraente la vita quassù… D’ inverno si comincia presto e si finisce tardi. Io sono tra i pochi astronomi a fare calibrazioni per tutto il pomeriggio e visto che sono tra i pochi… Sono da solo!

Dulcis in fundo: verso mezzanotte, se si riesce a fare una scappatine in mensa – che rimane aperta per il pranzo notturno da mezzanotte alle due (capita solo qui!) – si può assaggiare il piatto tipico notturno: due fette di pane tostato con pomodoro, prosciutto e uova! L’ho appena divorato, che bontà! Complimenti ai cuochi cileni!

 il pranzo notturno

Non potevo non lasciarvi un ricordo anche di coloro che vivono qui a La Silla, quasi dimenticati dal mondo: i miei colleghi. Vi assicuro che assomigliano agli originali!

Colleghi Astronomi_La Silla_Altavilla

E passando alla frutta (dopo il dolce), per le vostre curiosità, questo link: http://www.ls.eso.org/lasilla/dimm/meteomonitor.html#tab vi fornisce il MeteoMonitor di La Silla, le condizioni climatiche per le osservazioni. Ora si sta lazando il vento e fa un po’ freddino (siamo sui 7-8 gradi centigradi)… Nel silenzio che c’è si sente sibilare il vento tra tralicci ed edifici… Brrrrr!

Giuseppe

Informazioni su Sabrina Masiero

Ricercatore Astronomo (Tecnologo III livello) presso INAF-Osservatorio Astronomico di Palermo-Gal Hassin, Centro Internazionale delle Scienze Astronomiche di Isnello, Palermo. In precedenza: Borsista presso INAF-Osservatorio Astronomico di Padova e Fundaciòn Galileo Galilei, FGG-Telescopio Nazionale Galileo, La Palma, Isole Canarie.
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

8 risposte a Un astronomo a La Silla

  1. Monica dice:

    Ciao Giuseppe! Sabrina ti ha convinto a pubblicare un post sul Blog?
    Le tue abitudini ad alzarti di notte a mangiare non sono cambiare da dieci anni a questa parte… 🙂
    Resisti! Fra poco torni a casa e potrai mangiarti la caprese come piace a te!

    Ciao!!

    • giuseppe dice:

      sono coerente 🙂
      e poi con gli orari sfasati il giorno diventa notte e viceversa…
      Ciao

  2. Sabrina dice:

    Mi piace proprio questo post, ricco di immagini. Grazie G !
    Spero che qualche tuo amico voglia pubblicare qualcosa di simpatico su questo blog. Ti aspetto ancora!

  3. Ciao Giuseppe! Saluti da un altro dei "GAIA people" con base a Roma 😉

    Certo questa parte del progetto più squisitamente osservativa mi mancava; come sai il lavoro nostro è principalmente di sviluppo del software di riduzione dei dati.. ma è bello venire a contatto anche con un'altra parte di questo enorme e sfaccetatto (e a volte improbo!) compito di cui ci siamo presi carico!

    A rivederci in qualche "GAIA meeting", probabilmente 😉

    • Sabrina dice:

      Ciao Marco, grazie per la tua presenza in questa Blog! Ben volentieri pubblicherei anche il tuo report sul progetto Gaia.
      Buon lavoro, ragazzi!

  4. Ciao Sabrina, grazie per il benvenuto!

    Ho scritto qualcosa sul lavoro per Gaia in un blog, lo puoi trovare qui: http://segnalerumore.blogspot.com/2009/03/open-so

    In caso, il testo può essere liberamente "copiato-incollato" se credi opportuno! Altrimenti, appena ho un pò di tempo e concentrazione, posso provare a scrivere qualcosa più centrato sul mio lavoro..

    A presto e complimenti per Tutti Dentro 😉

  5. Giuseppe dice:

    Ciao Marco! Son tornato in Italia, con le Ande negli occhi e Francisca Valenzuela nelle orecchie (http://www.youtube.com/watch?v=vwaiIbxF9Ek&feature=related). Sto cercando di rientrare nel fuso giusto… dura! A presto!
    G

  6. Sabrina dice:

    Solo nelle orecchie ? ! ? ! He he he…

    Coraggio, senza il piatto tipico notturno ce la farai ma senza Francisca… Non lo so!