Il più piccolo oggetto della Fascia di Kuiper

L’Hubble Space Telescope ha scoperto il più piccolo oggetto mai visto prima in luce visibile nella cosiddetta Fascia di Kuiper, il vasto anello di asteroidi o frammenti rocciosi ghiacciati che circonda il Sistema Solare, al di là dell’orbita di Nettuno.
Si può definire questo oggetto come “un ago nel pagliaio” in quanto le sue dimensioni sono dell’ordine del chilometro (0,97 per la precisione) e ad una distanza di circa 6,75 miliardi di chilometri dal Sole. Il più piccolo oggetto della Fascia di Kuiper osservato prima in luce riflessa era dell’ordine dei 48 chilometri come dimensione, ossia circa 50 volte più grande.

Le osservazioni compiute dall’Hubble Space Telescope delle stelle vicine mostrano che un certo numero di esse presentano una fascia di asteroidi simile alla Fascia di Kuiper (che porta il nome del primo astronomo che ne ipotizzò l’esistenza intorno agli anni Cinquanta del secolo scorso). Queste dischi non sono altro che il residuo della formazione planetaria, ossia oggetti che probabilmente sono stati espulsi dalle regioni interne della nube proto planetaria dal pianeta Giove, a causa della sua forte azione gravitazionale e, inoltre, oggetti che non si sono aggregati a formare un pianeta al di là di Nettuno a causa della debole azione gravitazionale a tali distanze.

Per informazioni: http://www.nasa.gov/multimedia/imagegallery/image_feature_1563.html .

Sabrina

Pubblicato anche su GruppoLocale.it di Marco Castellani: http://www.gruppolocale.it/?p=1842 .

Grazie Marco!

22 gennaio 2010: Ringrazio di cuore COELUM, la rivista di Astronomia italiana, in particolare il Direttore Giovanni Anselmi, per aver pubblicato il mio articolo:

http://www.coelum.com/index.php?goto=news&nva=2010&nvm=1&id=642 .


Informazioni su Umberto Genovese

Autodidatta in tutto - o quasi, e curioso di tutto - o quasi. L'astronomia è una delle sue più grandi passioni. Purtroppo una malattia invalidante che lo ha colpito da adulto limita i suoi propositi ma non frena il suo spirito e la sua curiosità. Ha creato il Blog Il Poliedrico nel 2010 e successivamente il Progetto Drake (un polo di aggregazione di informazioni, articoli e link sulla celebre equazione di Frank Drake e proposto al l 4° Congresso IAA (International Academy of Astronautics) “Cercando tracce di vita nell’Universo” (2012, San Marino)) e collabora saltuariamente con varie riviste di astronomia. Definisce sé stesso "Cercatore".
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

2 risposte a Il più piccolo oggetto della Fascia di Kuiper

  1. Sabrina dice:

    http://www.coelum.com/index.php?goto=news&nva

    Ringrazio COELUM, la rivista di Astronomia italiana, per aver pubblicato il mio articolo.
    Sabrina

  2. Francesca dice:

    Con gli strumenti attuali è possibile osservare molto lontano e vedere quello che i nostri antenati non sono mai riusciti ad immaginare.

    E' impressionante com'è cambiata la nostra visione del mondo in 400 anni.