Nessuna parola da Phoenix

Un disegno artistico di Odyssey. Crediti: NASA/JPL.

 

L’orbiter Mars Odyssey della NASA ha completato tutti e trenta i sorvoli, che erano stati programmati tra il 18 e il 21 gennaio 2010, sul sito del landing di Phoenix senza rivelare alcuna voce da parte del lander. Ulteriori “campagne di ascolto” verranno condotte in febbraio e marzo. Il sito del landing di Phoenix riceverà molto più luce solare nei prossimi mesi, ma il lander è poco probabile che sarà in grado di risvegliarsi dopo i duri inverni marziani ai quali non era stato progettato per resistere. Phoenix ha lavorato due mesi in più rispetto ai tre previsti dalla missione, nel marzo 2008.

Altre informazioni sono disponibili sul sito del JPL: http://www.jpl.nasa.gov/news/news.cfm?release=2010-024&icid=’NewsFeaturesHome’ .

Sabrina

Informazioni su Umberto Genovese

Autodidatta in tutto - o quasi, e curioso di tutto - o quasi. L'astronomia è una delle sue più grandi passioni. Purtroppo una malattia invalidante che lo ha colpito da adulto limita i suoi propositi ma non frena il suo spirito e la sua curiosità. Ha creato il Blog Il Poliedrico nel 2010 e successivamente il Progetto Drake (un polo di aggregazione di informazioni, articoli e link sulla celebre equazione di Frank Drake e proposto al l 4° Congresso IAA (International Academy of Astronautics) “Cercando tracce di vita nell’Universo” (2012, San Marino)) e collabora saltuariamente con varie riviste di astronomia. Definisce sé stesso "Cercatore".
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

I commenti sono chiusi