Dawn in viaggio da Tivoli verso Vesta

 

di Livia Giacomini, INAF Media di Roma.

Il 15 Aprile, un team di scienziati dell’INAF e della NASA, in collaborazione con il Comune di Tivoli, ha organizzato, nella storica Villa D’Este a Tivoli, una conferenza sulla missione spaziale Dawn. A partire dalle ore 16:00, Angioletta Coradini, direttore dell’IFSI-INAF (l’Istituto di Fisica dello Spazio Interplanetario) e scienziata del team della missione, ha presentato una conferenza dal titolo “Dawn alla scoperta del Sistema Solare”, a cui sono intervenuti gli scienziati presenti, rispondendo a domande e curiosità del pubblico.

L’evento è stato organizzato con la collaborazione del Comune e delle altre autorità locali, per celebrare un importante meeting scientifico ospitato a Tivoli nella stessa settimana, con lo scopo di preparare l’arrivo nel 2011 della sonda spaziale al suo primo obiettivo scientifico. Proprio questo obiettivo scientifico è alla base del sodalizio con la città tiburtina: al suo arrivo nella fascia asteroidale, Dawn studierà infatti Vesta, l’asteroide che porta lo stesso nome di uno dei più famosi monumenti della città, il Tempio di Vesta.

L’arrivo all’asteroide Vesta è solo una delle tappe di un viaggio lungo e affascinante: dopo il lancio, avvenuto il 27 settembre 2007, la missione della NASA ha effettuato una manovra di gravity assist con Marte nel febbraio 2009 ed è attualmente in viaggio per visitare gli asteroidi Vesta nel 2011 e Cerere nel 2015. Questi due giganti della fascia asteroidale, nella loro diversità, sono due importanti testimoni dell’evoluzione del sistema solare. Cerere è un oggetto molto primitivo e conserva tracce di acqua, a differenza degli altri pianeti minori, potrebbe anche avere un’atmosfera tenue ma permanente. Al contrario, Vesta è un oggetto che ha subito una lunga evoluzione. E’ secco ed è l’unico asteroide osservato che presenta segni evidenti di una evoluzione termica complessa simile a quella dei pianeti terrestri, con presenza di vulcanismo.

Per studiare l’evoluzione del Sistema Solare e i processi che hanno portato alla formazione di due corpi così diversi, gli strumenti scientifici a bordo di Dawn dovranno caratterizzare con precisione entrambi gli asteroidi in termini di forma e proprietà fisiche (dimensioni, massa, periodo e asse di rotazione), caratteristiche morfologiche, natura geologica e mineralogica della superficie, presenza o meno di polveri e/o gas. Per centrare questi obiettivi ambiziosi, Dawn ha a bordo tre strumenti scientifici: uno spettrometro a raggi gamma, una camera per le immagini e lo spettrometro ad immagine italiano VIR, realizzato con la gestione tecnica e per conto dell’Agenzia Spaziale Italiana da un team tecnico scientifico INAF- Galileo Avionica.

La missione Dawn è gestita dal JPL, del California Institute of Technology, (Pasadena, California). L’Università della California, Los Angeles, ha la responsabilità scientifica della missione. I partner scientifici internazionali della missione sono il Planetary Science Institute (Tucson, Arizona), il Max Planck Institute for Solar System Research (Katlenburg-Lindau, Germany) il DLR Institute for Planetary Research (Berlin, Germany), l’INAF (Roma, Italia) e l’Agenzia Spaziale Italiana. La sonda Dawn è stata disegnata e costruita dall’Orbital Sciences Corporation of Dulles, Va.

Fonte INAF Media: http://www.media.inaf.it/2010/04/09/dawn-tivoli-vesta/

Livia Giacomini

Informazioni su Umberto Genovese

Autodidatta in tutto - o quasi, e curioso di tutto - o quasi. L'astronomia è una delle sue più grandi passioni. Purtroppo una malattia invalidante che lo ha colpito da adulto limita i suoi propositi ma non frena il suo spirito e la sua curiosità. Ha creato il Blog Il Poliedrico nel 2010 e successivamente il Progetto Drake (un polo di aggregazione di informazioni, articoli e link sulla celebre equazione di Frank Drake e proposto al l 4° Congresso IAA (International Academy of Astronautics) “Cercando tracce di vita nell’Universo” (2012, San Marino)) e collabora saltuariamente con varie riviste di astronomia. Definisce sé stesso "Cercatore".
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

I commenti sono chiusi