Il canto del Sole


Il Sole visto da Soho alle ore 19:00 del tempo universale del 17 aprile 2010. Disponibile su:
http://sohowww.nascom.nasa.gov/data/realtime/eit_171/512/

Continuazione…
Essendo in sostanza moti di espansione e contrazione, le oscillazioni solari sono assimilabili a vibrazioni meccaniche di tipo sonoro. La diversità sta soltanto nella frequenza, che nel caso delle oscillazioni acustiche udibili dal nostro orecchio va da 20 a 20.000 Hz (dove 1 Hertz rappresenta un periodo al secondo), mentre nel caso del Sole è soltanto di 3 millionesimi di Hz o meno. Tra il “canto solare” e la sensibilità del nostro udito c’è dunque un salto di ben 17 ottave, circa il doppio della gamma di frequenza da noi percepibili (9 ottave). Poiché i suoni più gravi che noi riusciamo a sentire hanno una ventina di vibrazioni al secondo, il “canto del Sole” corrisponde a suoni estremamente bassi, che mai potremmo udire neppure se ci fosse un mezzo interplanetario in grado di trasmetterli fino a noi come fa l’aria. Volendo mantenere l’analogia con la musica, poiché gli accordi del Sole sono su frequenze centinaia di volte più gravi di quelle della voce umana, mentre ci basta un brano di qualche minuto per riconoscere un motivo e un insieme di strumenti, nel caso del Sole occorrerà un tempo centomila volte più lungo, cioè da 6 mesi a un anno, per ottenere un “ascolto” significativo.
Ma ne vale la pena perché queste oscillazioni ci portano informazioni direttamente dalle profondità della nostra stella: la velocità di propagazione delle onde acustiche solari è infatti di circa 410 Km/s (contro i 340 m/s per il suono nell’aria) e di conseguenza le oscillazioni non impiegano più di un’ora a propagarsi dalla superficie al centro del Sole. Ciò significa che, mentre la luce ci giunge un milione di anni dopo la sua emissione sotto forma di raggi gamma nel nucleo solare e quindi ci parla di fenomeni ormai molto lontani nel tempo, le oscillazioni ci danno notizie quasi in tempo reale.

I modi di oscillazione della sfera solare sono numerosissimi (vari milioni), come è logico aspettarsi da una sfera disomogenea: una corda di chitarra ha una sola dimensione e ciò limita le sue armoniche, il Sole ha 3 dimensioni, per cui le armoniche dipendono da 3 parametri (due di superficie e uno di profondità, quest’ultimo influenzato dal fatto che la temperatura del plasma varia da 6500 Kelvin in superficie a 15 milioni nel centro).
L’analisi delle armoniche solari ha permesso di verificare che la struttura interna del Sole è in accordo con la teoria entro un margine dello 0,5%; anche la rotazione degli strati interni del Sole è ora conosciuta con una precisione che ancora negli anni Ottanta non era neppure immaginabile. Vicino al fondo della zona convettiva si è osservato un passaggio rapido dalla rotazione differenziale tipica della fotosfera a una rotazione quasi rigida, mentre nel “core” non si è trovata la rotazione rapida che ci si attendeva.
Altri aspetti ancora da chiarire riguardano il fondo della zona convettiva e la superficie solare, dove si passa da un plasma caldo, opaco e convettivo a un plasma trasparente, non convettivo e dominato dai campi magnetici. Inoltre, si spera di riuscire a rilevare i modo di oscillazione determinati dalla forza di gravità, che in pratica dipendono esclusivamente da fenomeni che non avvengono nelle regioni centrali del Sole.

Continua…

Sabrina

Informazioni su Umberto Genovese

Autodidatta in tutto - o quasi, e curioso di tutto - o quasi. L'astronomia è una delle sue più grandi passioni. Purtroppo una malattia invalidante che lo ha colpito da adulto limita i suoi propositi ma non frena il suo spirito e la sua curiosità. Ha creato il Blog Il Poliedrico nel 2010 e successivamente il Progetto Drake (un polo di aggregazione di informazioni, articoli e link sulla celebre equazione di Frank Drake e proposto al l 4° Congresso IAA (International Academy of Astronautics) “Cercando tracce di vita nell’Universo” (2012, San Marino)) e collabora saltuariamente con varie riviste di astronomia. Definisce sé stesso "Cercatore".
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Una risposta a Il canto del Sole

  1. Pingback:Tweets that mention Il canto del Sole « TuttiDentro -- Topsy.com