Cambiamenti climatici sul Kilimangiaro

Il Monte Kilimangiaro, la montagna più alta dell’Africa, raggiunge i 5.890 metri.

Qui è stato ripreso, a sinistra, il 17 febbraio 1993, a destra il 21 febbraio 2000. In sette anni è ben visibile la forte riduzione della cappa di ghiaccio.
Crediti: NASA/USGS Landsat satellite. Jim Williams, NASA GSFR Scientific Visualization Studio e The Landsat 7 Science Team.

Pubblicato inizialmente su Climate Summit Italia: http://theclimatesummitit.blogspot.com/2010/09/cambiamenti-sul-kilimangiaro.html .

Sabrina

Informazioni su Sabrina Masiero

Ricercatore Astronomo (Tecnologo III livello) presso INAF-Osservatorio Astronomico di Palermo-Gal Hassin, Centro Internazionale delle Scienze Astronomiche di Isnello, Palermo. In precedenza: Borsista presso INAF-Osservatorio Astronomico di Padova e Fundaciòn Galileo Galilei, FGG-Telescopio Nazionale Galileo, La Palma, Isole Canarie.
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

I commenti sono chiusi