L’ammasso stellare giovane NGC 602

A circa 200 mila anni luce di distanza dalla Terra, nel cuore della Piccola Nube di Magellano si stanno formando brillanti stelle blu. La radiazione solare proveniente da queste stelle scava una vera e propria cavità, dando forma al gas e alla polvere circostante.

La Piccola Nube di Magellano rapresenta un grandioso laboratiorio stellare per portare avanti studi molto dettagliati sui processi di formazione stellare e sull’evoluzione delle stelle in un ambiente poco differente da quello della nostra Galassia.
Le galassie nane, come lo è la Piccola Nube di Magellano, presentano un numero inferiore di stelle rispetto alla nostra e rappresentano i primi mattoni della galassie più grandi. Lo studio della formazione stellare in questa galassia nana è particolarmente interessante perchè la sua natura giovane implica che vi è una mancanza degli elementi più pesanti che si sono formati nella successiva generazione di stelle.
L’immagine risale al gennaio 2007.

Crediti: NASA, ESA, e The Hubble Heritage Team (STScI/AURA)-ESA/Hubble Collaboration. Per ulteriori informazioni:  http://hubblesite.org/newscenter/archive/releases/2007/04/image/a/ .

Sabrina

Informazioni su Umberto Genovese

Autodidatta in tutto - o quasi, e curioso di tutto - o quasi. L'astronomia è una delle sue più grandi passioni. Purtroppo una malattia invalidante che lo ha colpito da adulto limita i suoi propositi ma non frena il suo spirito e la sua curiosità. Ha creato il Blog Il Poliedrico nel 2010 e successivamente il Progetto Drake (un polo di aggregazione di informazioni, articoli e link sulla celebre equazione di Frank Drake e proposto al l 4° Congresso IAA (International Academy of Astronautics) “Cercando tracce di vita nell’Universo” (2012, San Marino)) e collabora saltuariamente con varie riviste di astronomia. Definisce sé stesso "Cercatore".
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

I commenti sono chiusi