I mille colori di Venere…

di Marco Castellani, Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF)-Osservatorio Astronomico di Roma

E’ bella come un quadro, si potrebbe dire! Questa immagine di un emisfero di Venere è centrata sul polo nord del pianeta, ed è stata realizzata utilizzando più di dieci anni di osservazioni radar, culminate negli anni 1990-1994 nella missione Magellano.

La instancabile sonda ha infatti acquisito immagini per più del 98% del pianeta. E’ proprio un mosaico di immagini di Magellano (la maggior parte delle quali ha una illuminazione dalla parte ovest) a formare la struttura di base del “dipinto” qui presentato. Alcune parti mancanti ai dati della sonda Magellano sono stati riempite con immagini ottenute con il radiotelescopio di Arecibo, in una regione  centrata grosso modo sugli zero gradi di latitudine e longitudine, e altrove utilizzando toni grigi.

L’immagine così composta è naturalmente a falsi colori, lavorata in modo da enfatizzare i dettagli e le caratteristiche più minute. Inoltre è stata codificata con colori appropriati per visualizzare l’elevazione. Alcuni dati mancanti riguardo le altitudini sono stati riempiti con valori ottenuti dalle sonde Venera russe, nonché dalle missioni Pioneer.

Nel complesso, un ottimo esempio di fruttuosa cooperazione nell’ottenere uno splendido (e pittorico) risultato!

NASA Press Release: http://www.nasa.gov/multimedia/imagegallery/image_feature_1836.html

Marco

Aggiungi ai preferiti : permalink.

Informazioni su Sabrina Masiero

Direttore Responsabile della Didattica e Divulgazione presso la Fondazione GAL Hassin-Centro Internazionale delle Scienze Astronomiche, Isnello, (Palermo) e associata INAF-Osservatorio Astronomico di Palermo. Ho lavorato presso INAF-Osservatorio Astronomico di Padova e la Fundaciòn Galileo Galilei, FGG-Telescopio Nazionale Galileo, La Palma, Isole Canarie nell'ambito dei pianeti extrasolari.

I commenti sono chiusi.