L’ultimo atterraggio dello Shuttle

Image Credit: NASA/Kim Shiflett.  Cliccare per ingrandire.

Lo Shuttle tocca dolcemente il suolo del Runway 15 dello Shuttle Landing Facility al Kennedy Space Center della NASA, in Florida. L’Atlantis ha concluso il 26 esimo atterraggio notturno dei voli Shuttle e il 78esimo atterraggio in questa base americana.

Il landing è avvenuto alle 5.57 del mattino in Florida. A bordo, il comandante della STS-135 missione Suttle Chris Ferguson, il pilota Doug Hurley e gli specialisti di missione Sandra Magnus e Rex Walheim.

Questa 37esima missione Shuttle verso la Stazione Spaziale Internazionale ha consegnato i viveri per gli astronauti che si fermeranno a lavori nei prossimi mesi grazie al Raffaello multi-purpose logistics module di costruzione italiana.
L’atterraggio dello Shuttle chiude un’era di esplorazioni spaziali e di voli verso la Stazione Spaziale Internazionale.

Il mio grazie va agli astronauti, agli ingegneri, tecnici, ricercatori, dottorandi, specialisti della NASA che hanno lavorato e reso possibile questa meravigliosa esplorazione dello spazio durata trent’anni.

Grazie Shuttle!

Sabrina

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Informazioni su Sabrina Masiero

Ricercatore Astronomo (Tecnologo III livello) presso INAF-Osservatorio Astronomico di Palermo-Gal Hassin, Centro Internazionale delle Scienze Astronomiche di Isnello, Palermo. In precedenza: Borsista presso INAF-Osservatorio Astronomico di Padova e Fundaciòn Galileo Galilei, FGG-Telescopio Nazionale Galileo, La Palma, Isole Canarie.

4 risposte a L’ultimo atterraggio dello Shuttle

  1. giannifazion dice:

    Ora proseguiranno i lavori sulla ISS, grazie ai cari amici russi che con le Soyuz continueranno a portare astronauti nello spazio. Tra non molto torneranno gli amici americani con le nuove navicelle. Grazie, per questi bellissimi anni di soddisfazioni e, purtroppo, di qualche lutto

  2. SpaceTime dice:

    Un'era si è conclusa ma sicuramente presto se ne aprirà un'altra.
    Il destino dell'uomo è inevitabilmente quello di esplorare lo spazio e spingersi oltre i confini del proprio pianeta di origine.

    Grazie a questi pionieri stiamo muovendo i primi passi, ormai ben stabili, che ci porteranno a colonizzare permanentemente lo spazio e a lanciarci verso altre mete lontane.

  3. SpaceTime dice:

    In questi trent'anni di missioni spaziali nell'ambito del programma Shuttle ci sono stati momenti gloriosi e momenti tristi e dolorosi.
    Noi tutti ricordiamo cos'è costato in termini umani l'affrontare la difficile sfida dello spazio.
    Un ricordo e tanto onore a tutti gli uomini e donne che, motivati da una vera e incondizionata passione e amore per l'esplorazione e la conoscenza, hanno dedicato e talvolta donato la propria vita per far avanzare l'umanità di un gradino verso le stelle!!!
    Grazie a tutti loro…

  4. kim rossi dice:

    come tutto ciò che finisce, fa un po' di tristezza…
    Ciao Shuttle, sei stato il mezzo indispensabile x quel famoso" primo grande passo per l'umanità…."