Lo Shuttle va in pensione

L’arrivo dello Shuttle Atlantis lo scorso 21 luglio 2011 viene salutato da una folla di gente. Immagine disponibile sul sito della NASA:  http://mediaarchive.ksc.nasa.gov/detail.cfm?mediaid=54945 . Cliccate per ingrandire. Photo credit: NASA/Frankie Martin.

 

 

Lo Shuttle Atlantis viene trainato dallo pista di atterraggio, lo Shuttle Landing Facility, a un nuovo impianto, l’Orbiter Processing Facility, presso il Kennedy Space Center della NASA in Florida per l’ultima volta.

L’ultimo viaggio nello spazio dello Shuttle ha avvicinato maggiormente l’opinione pubblica americana al programma dei voli spaziali della NASA.

Ad accogliere questo ritorno a casa dell’Atlantis ci sono migliaia di dipendenti della NASA che hanno lavorato in questi anni per rendere possibile nuovi ed entusiasmanti scoperte scientifiche, che hanno permesso, lanci e rientri, che hanno lavorato notte e giorno per far sì che i lanci fossero sempre possibili e per la salvezza degli astronauti stessi.
Molti di loro ora saranno disoccupati.

Sabrina

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Informazioni su Sabrina Masiero

Direttore Responsabile della Didattica e Divulgazione presso la Fondazione GAL Hassin-Centro Internazionale delle Scienze Astronomiche, Isnello, (Palermo) e associata INAF-Osservatorio Astronomico di Palermo. Ho lavorato presso INAF-Osservatorio Astronomico di Padova e la Fundaciòn Galileo Galilei, FGG-Telescopio Nazionale Galileo, La Palma, Isole Canarie nell'ambito dei pianeti extrasolari.

Una risposta a Lo Shuttle va in pensione

  1. Massimo dice:

    Posso dire che l'ho visto "nascere" ed andarsene in "pensione"; una cosa rara al giorno d'oggi 😉

    PS: Grazie per le notizie che pubblichi, anche se non ci si sente da un po' (e questo mi spiace) ti seguo sempre.

    Massimo