L’uragano Irene se n’è andato

La traccia della tempesta tropicale e il percorso dell’uragano Irene, che nei giorni scorsi ha scosso la East Coast degli Stati Uniti, sono forniti dal National Hurricane Center (NOAA). Le nuvole immaginarie sono state fornite da Xplanet, ottenute dal NERC Satellite Station, University of Dundee, attraverso il sistema di satelliti europeo Meteosat gestito da EUMETSAT. Le immagini di base sono per gentile concessione della NASA. I modelli di previsione dei dati sono stati compilati e recuperati dal South Florida Water Management District. Cliccare sull’immagine per ingrandire.

L’uragano Irene ha lasciato dietro di sè almeno 38 morti, cinque milioni di Americani senza elettricità per molte ore e milioni di dollari di danni. Molte aree sono tornate alla normalità, in altre invece si ha ancora il problema delle innondazioni.

Questa l’ultima immagine fornita dal satellite del NOAA, ieri sera, 29 agosto 2011 alle ore 8 PM, le due del mattino del 30 agosto in Italia. Irene se nè andato.

Fonte: http://www.nhc.noaa.gov/gtwo_atl.shtml e http://www.stormpulse.com/hurricane-irene-2011 . Per chi è interessato, su OurAmazingPlanet potete trovare  gli otto uragani più devastanti nella storia dal 1900 in poi. Il link è su:
http://www.ouramazingplanet.com/worst-hurricanes-america-hurricane-katrina-0470/

Sabrina

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Informazioni su Sabrina Masiero

Ricercatore Astronomo (Tecnologo III livello) presso INAF-Osservatorio Astronomico di Palermo-Gal Hassin, Centro Internazionale delle Scienze Astronomiche di Isnello, Palermo. In precedenza: Borsista presso INAF-Osservatorio Astronomico di Padova e Fundaciòn Galileo Galilei, FGG-Telescopio Nazionale Galileo, La Palma, Isole Canarie.

I commenti sono chiusi