Ora arriva l’uragano Katia e…

Il National Hurricane Center ha emesso degli avvisi relativi all’uragano Katia, che si trova attualmente a circa 1064 miglia ad est delle Isole Leeward, e relativamente all’Oceano Atlantico settentrionale, il Mare dei Caraibi e il Golfo del Messico.

Nella mappa qui sopra si osserva una zona di bassa pressione (in rosso), posizionata nel Golfo del Messico centrale, che sta producendo una vasta area di nuvolosità, temporali e raffiche di vento. I venti che spirano molto forti tenderanno ad attenuare questo fenomeno e si prevede un miglioramento nelle prossime ore. Tuttavia, il sistema potrebbe diventare una depressione tropicale. Dato che si sta spostando lentamente verso nord-est, la probabilità che si formi un ciclone tropicale nelle prossime 48 ore è al momento stimata intorno al 70%. L’intero Golfo del Messico è monitorato continuamente per poter informare tempestivamente la popolazione di un eventuale pericolo.

La stessa immagine ripresa dal satellite. Credit National Hurricane Center.

Un secondo sistema di bassa pressione (in giallo) di natura non tropicale è posizionato a circa 360 miglia a nord delle Bermuda. Si prevede che il sistema si muoverà verso nord-est, da 10 a 15 MP/h (miglia per ora), senza uno sviluppo significativo nei prossimi due giorni. La probabilità di diventare un ciclone tropicale nelle prossime 48 ore è intorno al 10%.

Ben visibile anche l’uragano Katia (la virgola rossa sulla mappa), al momento di categoria 1.

Fonte NOAA-National Hurrican Center: http://www.nhc.noaa.gov/graphics_at2.shtml?5-daynl?large#contents

Il cono bianco rappresenta il cammino probabile del centro dell’uragano, non la dimensione della tempesta. Il puntino arancione indica la poszione attuale, alle ore 5 am EDT, ossia le 11 di stamattina in Italia. Sono pure rapprensentate le posizioni previste per domani, 2 settembre alle ore 2 am (8 in Italia) e per dopodomani, 3 settembre, sempre alla stessa ora. Nel cono tratteggiato, le previsioni sono quelle per i prossimi 4-5 giorni e sono indicate le posizioni possibili dell’uragano per i giorni di lunedì e martedì sempre alla stessa ora.

La lettera all’interno del punto indica l’intensità prevista dal National Hurricane Center per quell’istante di tempo:

D – Depressione tropicale (Tropical Depression) – velocità del vento inferiore a 39 MPH (miglia/ora)
S – Tempesta tropicale (Tropical Storm) – velocità del vento tra i 39 e i 73 MPH
H – Uragano (Hurricane) – velocità del vento tra i 74 e i 110 MPH
M – Uragano Maggiore (Major Hurricane) – velocità del vento superiore a 110 MPH

In questo caso, l’uragano Katia rientra nella categoria H, con una velocità di 75 MPH. ossia di circa 120 km/h (un miglio orario equivale a 0,44704 m/s e a 1,60934 km/h).

Fonte: National Hurricane Center: http://www.nhc.noaa.gov/index.shtml?

Sabrina

Aggiungi ai preferiti : permalink.

Informazioni su Sabrina Masiero

Direttore Responsabile della Didattica e Divulgazione presso la Fondazione GAL Hassin-Centro Internazionale delle Scienze Astronomiche, Isnello, (Palermo) e associata INAF-Osservatorio Astronomico di Palermo. Ho lavorato presso INAF-Osservatorio Astronomico di Padova e la Fundaciòn Galileo Galilei, FGG-Telescopio Nazionale Galileo, La Palma, Isole Canarie nell'ambito dei pianeti extrasolari.

I commenti sono chiusi.