Teti spunta dietro Titano

Il satellite di Saturno, Teti, con la sua superficie ghiacciata e bianca, fa capolino da dietro il più grande satellite del pianeta, Titano, in questa immagine delle due lune riprese dalla sonda Cassini della NASA. Gli anelli di Saturno si trovano tra i due. Credit: NASA/JPL-Caltech/Space Science Institute.

Nessuna squadra di renne, ma segnali radio che viaggiano chiaramente attraverso il Sistema Solare dalla Sonda Cassini della NASA hanno consegnato un pacchetto vacanza di immagini davvero gloriose dei satelliti del maestoso pianeta Saturno. Le immagini dell’Cassini’s Iamging Team mostrano la più grande luna di Saturno, Titano, e un altro satellite bianco ghiacciato,Teti, in orbita intorno al pianeta.

La press release della NASA-JPL include immagini di congiunzioni dei satelliti in cui un satellite passa davanti o dietro all’altro. I ricercatori del Cassini’s Team regolarmente fanno queste osservazioni per studiare l’evoluzione nelle orbite del pianeta. Ma anche in queste immagini di routine, il sistema di Saturno risplende in tutta la sua bellezza.

Alcune delle lune del pianeta, in questo caso Teti, emerge da dietro il grandioso satellite Titano, unica luna del sistema solare formata da un’atmosfera di grande interesse a causa della sua somiglianza con quella che si ritiene essere l’atmosfera primitiva terrestre.

Credit: NASA/JPL-Caltech/Space Science Institute

Ithaca Chasma, una lunga serie di scarpate e di dirupi su Teti, può essere vista in modo vago in direzione nord-sud su Titano, mentre il Polo Nord è ben visibile nella parte alta del pianeta.

Queste immagini mostano il lato di Titano (che ha un diametro di 5 150 chilometri) rivolto verso Saturno e il lato di Teti (con un diametro di 1 062 chilometri) verso Saturno e verso il lato soleggiato degli anelli poco sopra il piano degli anelli.

Le immagini sono state scattate con particolari filtri di colore rosso, verde e blu e combinati per creare questo pnto di vista dai colori naturali. Le immagini sono state acquisite con la Narrow-angle camera di Cassini il 21 maggio 2011, ad una distanza di circa 2,3 milioni di chilometri da Titano e 3,8 milioni di chilometri da Teti. La scala delle immagini è di circa 14 chilometri per pixel su Titano e 27 chilometri per pixel per Teti.

La missione Cassini-Huygens della NASA è un progetto di cooperazione della NASA, dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA) e dell’Agenzia Spaziale Italiana (ASI). Il Jet Propulsion Laboratory (JPL) della NASA, una divisione del California Institute of Technology di Pasadena, gestisce la missione per il Science Mission Directorate della NASA a Washington.

Per ulteriori informazioni:  http://saturn.jpl.nasa.gov . La HomePage del Cassini Imaging Team: http://ciclops.org  .

Fonte: Cassini Solstice Mission – NASA: http://saturn.jpl.nasa.gov/photos/imagedetails/index.cfm?imageId=4442 e http://saturn.jpl.nasa.gov/photos/imagedetails/index.cfm?imageId=4443

JPL NASA: http://photojournal.jpl.nasa.gov/catalog/PIA14910 e http://photojournal.jpl.nasa.gov/catalog/PIA14911

Sabrina

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Informazioni su Sabrina Masiero

Ricercatore Astronomo (Tecnologo III livello) presso INAF-Osservatorio Astronomico di Palermo-Gal Hassin, Centro Internazionale delle Scienze Astronomiche di Isnello, Palermo. In precedenza: Borsista presso INAF-Osservatorio Astronomico di Padova e Fundaciòn Galileo Galilei, FGG-Telescopio Nazionale Galileo, La Palma, Isole Canarie.

Una risposta a Teti spunta dietro Titano