Le batterie di Curiosity sono cariche

Curiosity al lavoro su Marte. Crediti NASA/JPL-Caltech.

Il 24 luglio scorso le due batterie agli ioni di litio ricaricabili di Curiosity sono state ricaricate fino al 100% di capacità in preparazione per l’entrata, la discesa e l’atterraggio sul pianeta Marte.

Le batterie, che vengono mantenute al 70% dello stato di carica durate la crociera verso Marte, vengono ricaricate utilizzando l’energia dai pannelli solari di crociera del Mars Science Laboratory, quelli utilizzati lungo il viaggio di andata.

Le batterie consentono al sottosistema di alimentazione di Curiosity di soddisfare i picchi di maggior consumo energetico nelle attività del rover quando la richiesta temporanea supera il livello di uscita costante del generatore termoelettrico, chiamato Multi-Mission Radioisotope Thermoelectric Generator (MMRTG).

Con una capacità di circa 42 ampere/ora ciascuna, le batterie passano attraverso più cicli di carica-scarica durante un giorno marziano.

Fonte: Solar System Exploration – News & Events – Curiosity’s Batteries Get a Charge – http://solarsystem.nasa.gov/news/display.cfm?News_ID=40083

— — — — — — — — — —

NASA Press Release

July 24: Today, Curiosity’s two lithium ion rechargeable batteries are being recharged to 100 percent of capacity in preparation for entry, descent and landing. The batteries, which have been maintained at a 70-percent state of charge during the cruise to Mars, are being recharged using power from Mars Science Laboratory’s cruise-stage solar array. The batteries enable Curiosity’s power subsystem to meet peak power demands of rover activities when the demand temporarily exceeds the onboard multi-mission radioisotope thermoelectric generator (MMRTG) steady output level. With a capacity of about 42 amp-hours each, the batteries are expected to go through multiple charge-discharge cycles per Martian day.

Source: Solar System Exploration – News & Events – Curiosity’s Batteries Get a Charge – http://solarsystem.nasa.gov/news/display.cfm?News_ID=40083

Sabrina

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Informazioni su Sabrina Masiero

Ricercatore Astronomo (Tecnologo III livello) presso INAF-Osservatorio Astronomico di Palermo-Gal Hassin, Centro Internazionale delle Scienze Astronomiche di Isnello, Palermo. In precedenza: Borsista presso INAF-Osservatorio Astronomico di Padova e Fundaciòn Galileo Galilei, FGG-Telescopio Nazionale Galileo, La Palma, Isole Canarie.

Una risposta a Le batterie di Curiosity sono cariche