Proba-2 dell’ESA cattura Isaac sulle coste della Florida

X-Cam -Exploration Camera a bordo della sonda microsatellite Proba-2 dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA) ha catturato questa immagine di quello che sarebbe diventato l’uragano Isaac mentre si muove ad ovest della costa della Florida nel Golfo del Messico alle ore 11:38:33 GMT lunedì 27 agosto 2012. Crediti ESA.

Una camera sperimentale più piccola di una tazza di caffè a bordo del microsatellite Proba-2 ha catturato questa visione di quello che in poche ore sarebbe poi diventato l’uragano Isaac mentre si muoveva verso ovest della costa della Florida nel Golfo del Messico lunedì 27 agosto 2012 alle ore 11:38:33 GMT.

In quel momento, Isaac era una tempesta tropicale con venti con intensità di circa 100 km/h con venti con una potenza che si estendeva fino a 360 km dal suo centro.

Isaac nel frattempo è diventato uragano nella gioranta di ieri incontrando le acque calde del Golfo del Messico.

Il compito principale della missione Proba-2 è l’osservazione del Sole e della meteorologia spaziale. Osservando nel visibile e nel vicino infrarosso con un campo di vista di 100°, la X Cam è alloggiata nella parte inferiore del microsatellite, uno delle 17 nuove tecnologie a venir utilizzate da Proba-2. Lo strumento è stato progettato dalla società svizzera Micro-Cameras & Space Exploration, l’ultimo di una serie di telecamere in miniatura costruiti dalla società per le missioni dell’ESA, come Proba-2 e SMART-1.

Fonte:
ESA – Proba-2’s espresso-cup microcamera snaps Hurricane Isaac – http://www.esa.int/SPECIALS/Technology/SEMU0J4Y96H_0.html
ESA- Proba-2’s espresso-cup microcamera snaps Hurricane Isaac – http://www.esa.int/SPECIALS/Technology/SEMU0J4Y96H_1.html

Sabrina

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Informazioni su Sabrina Masiero

Ricercatore Astronomo (Tecnologo III livello) presso INAF-Osservatorio Astronomico di Palermo-Gal Hassin, Centro Internazionale delle Scienze Astronomiche di Isnello, Palermo. In precedenza: Borsista presso INAF-Osservatorio Astronomico di Padova e Fundaciòn Galileo Galilei, FGG-Telescopio Nazionale Galileo, La Palma, Isole Canarie.

I commenti sono chiusi