L’uragano Sandy ripreso dal satellite della NASA

Un’animazione dell’uragano Sandy dal 23 al 31 ottobre 2012 ripresa dal satellite GOES-13 della NASA a 36 000 metri di quota. Il gigantesco uragano è stato gigantesco anche in termini di morte e distruzione. Al momento le vittime accertate sono 160, di cui 88 negli Stati Uniti, 54 ad Haiti e 18 a Cuba, con danni stimati tra i 10 e i 55 miliardi di dollari.

Qui sotto, un’animazione che mostra l’intero globo terrestre come osservato dal satellite GEOS-13 con lo sviluppo dell’uragano Sandy nel corso del tempo, dal suo inizio sopra il Centro America e e il suo cammino attraverso i Caraibi e la costa orientale degli Stati Uniti.

Il percorso di Sandy tracciato con un colore scuro lungo le coste americane e l’avvicinamento verso le coste in rosso, dove 1 rappresenta il livello di intensità raggiunto dall’uragano. Crediti NOAAMappa –  http://storms.ngs.noaa.gov/storms/sandy/

Altre fonti su NOAA -NOS Post-Storm Operations Underway:  http://oceanservice.noaa.gov/news/weeklynews/oct12/nos-response-sandy.html

Hurricane Response del NOAA è disponibile qui: http://oceanservice.noaa.gov/hazards/hurricanes/nosresponse12.pdf

Sabrina

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Informazioni su Sabrina Masiero

Direttore Responsabile della Didattica e Divulgazione presso la Fondazione GAL Hassin-Centro Internazionale delle Scienze Astronomiche, Isnello, (Palermo) e associata INAF-Osservatorio Astronomico di Palermo. Ho lavorato presso INAF-Osservatorio Astronomico di Padova e la Fundaciòn Galileo Galilei, FGG-Telescopio Nazionale Galileo, La Palma, Isole Canarie nell'ambito dei pianeti extrasolari.

I commenti sono chiusi