Un potente impatto sulla Luna

Impact on the Moon

Frame da un video montato su un telescopio della NASA che ha catturato il flash verificatosi venerdì scorso 17 maggio 2013. Crediti: NASA/Robert Suggs.

Un meteorite ha colpito la superficie della Luna, provocando un’esplosione ben visibile da Terra ad occhio nudo. Questo è quanto afferma la NASA in un comunicato stampa di venerdì scorso, 17 maggio 2013 dove afferma che l’evento è durato poco, circa un secondo e per questo può non essere stato osservato da osservatori terrestri.

“E’ esploso provocando una luce quasi dieci volte più intensa di qualsiasi altro oggetto sia stato osservato in precedenza” ha affermato Bill Cooke del Meteoroid Environment Office della NASA.
Gli astronomi della NASA stanno monitorando la Luna da almeno otto anni in modo dettagliato, andando alla ricerca di esplosioni provocate da meteoroidi sulla sua superficie e che rientra all’interno di un programma di ricerca di nuovi detriti spaziali che potrebbero colpire la Terra. La NASA afferma di rilevare in media centinaia di impatti meteoritici sul nostro satellite.

Nessuno di questi meteoriti può comunque eguagliare l’esplosione che si è avuta lo scorso venerdì. La NASA stima che l’oggetto doveva avere dimensioni di circa 40 chilometri di diametro e una larghezza di circa mezzo metro, con una velocità di circa 65,000 miglia all’ora, circa 25 034 m / s, e con una potenza sprigionata pari a 5 tonnellate di TNT.

Ron Suggs, un analista del Marshall Space Flight Center è stato il primo a notare l’impatto in un video digitale registrato da uno dei telescopi (e l’immagine di apertura è tratta da questo vdeo) del programma di monitoraggio.

“Si continuerà a fare osservazioni meticolose anche il prossimo anno, per un’evenutale replica l’anno prossimo, quando il sistema Terra-Luna transiterà nella stessa regione di spazio” ha affermato Cooke.

Un’esplosione sulla Luna avviene in assenza di ossigeno. Il lampo di luce non è deriva da alcun tipo di combustione, come noi di solito spieghiamo avvengono le esplosioni sulla Terra, ma dalla roccia fusa incandescente nel sito d’impatto.

Meteoroid Environment Office – http://www.nasa.gov/offices/meo/home/index.html
Fonte CNN – Bright explosion on moon visible from Earth, NASA says –  http://www.cnn.com/2013/05/18/tech/moon-explosion/index.html?hpt=hp_t2

Sabrina

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Informazioni su Sabrina Masiero

Ricercatore Astronomo (Tecnologo III livello) presso INAF-Osservatorio Astronomico di Palermo-Gal Hassin, Centro Internazionale delle Scienze Astronomiche di Isnello, Palermo. In precedenza: Borsista presso INAF-Osservatorio Astronomico di Padova e Fundaciòn Galileo Galilei, FGG-Telescopio Nazionale Galileo, La Palma, Isole Canarie.

I commenti sono chiusi