Il percorso di Curiosity ad un anno dal suo atterraggio su Marte

Curiosity su Marte un anno dopo

Un’immagine dal Mars Reconnaissance Orbiter della NASA mostra il rover marziano Curiosity e il percorso lasciato dalle sue ruote dal luogo dell’atterraggio, avvenuto quasi un anno fa (6 agosto 2012) all’area Glenelg dove il rover ha lavorato per la prima metà del 2013.  Fonte: http://uahirise.org/ESP_032436_1755 . Crediti NASA/JPL-Caltech/Univ. of Arizona.

La camera ‘High Resolution Imaging Science Experiment (HiRISE) dell’orbiter ha scattato questa foto lo scorso 27 giugno 2013 quando l’orbiter ha guardato verso il basso. Il sole del pomeriggio illuminava la scena dal cielo occidentale, così l’illuminazione era quasi dietro la macchina da presa. Questa geometria nasconde le ombre e rivela sottili variazioni di colori.

Curiosity quel giorno stava esaminando un affioramento denominato “Shaler”, l’ultimo obiettivo scientifico della missione da parte del rover nell’area Glenelg prima di iniziare un trekking di molti mesi in direzione sud-ovest verso un punto di ingresso per gli strati inferiori del Monte Sharp. Il rover appare come una macchia blu brillante in questa foto a colori.

curiosity-rover-sky-craneRappresentazione artistica del momento in cui Curiosity toccò il suo marziano il 6 agosto 2013. Crediti: NASA/JPL-Caltech.

Tale foto iniziale mostra la zona di atterraggio di Curiosity, o del Skycrane Landing System che ha sistemato Curiosity al suolo il 6 agosto di un anno fa. I segni di escavazione sono presenti laddove i razzi del sistema di atterraggio hanno ripulito dalla polvere rossa la superficie. Tracce visibili iniziano vicino al sito di atterraggio e mostrano il percorso compiuto dal rover verso est, in direzione Glenelg.

HiRISE è gestito dall’University of Arizona, Tucson. Lo strumento è stato costruito dalla Ball Aerospace & Technologies Corp., Boulder, Colorado. Il Jet Propulsion Laboratory della NASA a Pasadena, California, una divisione del California Institute of Technology, Pasadena, gestisce il Mars Reconnaissance Orbiter e il Mars Sciente Laboratory Project per il Science Mission Directorate della NASA a Washington.

Curiosity at work on MarsUna rappresentazione artistica di Curiosity al lavoro su Marte. Crediti NASA/JPL – Caltech.

Per ulteriori informazioni sul Mars Reconnaissance Orbiter, visita http://www.nasa.gov/mro . Per ulteriori informazioni su Curiosity:  http://www.nasa.gov/msl and http://mars.jpl.nasa.gov/msl .
Fonte NASA: Curiosity Mars Rover Gleams in View from Orbiter – http://www.nasa.gov/mission_pages/MRO/news/mro20130724.html#.UfjKxlO-LUI

Sabrina

Aggiungi ai preferiti : permalink.

Informazioni su Sabrina Masiero

Direttore Responsabile della Didattica e Divulgazione presso la Fondazione GAL Hassin-Centro Internazionale delle Scienze Astronomiche, Isnello, (Palermo) e associata INAF-Osservatorio Astronomico di Palermo. Ho lavorato presso INAF-Osservatorio Astronomico di Padova e la Fundaciòn Galileo Galilei, FGG-Telescopio Nazionale Galileo, La Palma, Isole Canarie nell'ambito dei pianeti extrasolari.

I commenti sono chiusi.