Dai un nome al sito J

Uno zoom del sito J, sito di atterraggio del lander Philae ripreso il 14 settembre 2014 dalla Narrow Angle Camera (NAC)-OSIRIS che si trova nella testa della cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko. Crediti: ESA/Rosetta/MPS for OSIRIS Team MPS/UPD/LAM/IAA/SSO/INTA/UPM/DASP/IDA

Uno zoom del sito J, sito di atterraggio del lander Philae ripreso il 14 settembre 2014 dalla Narrow Angle Camera (NAC)-OSIRIS che si trova nella testa della cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko. Crediti: ESA/Rosetta/MPS for OSIRIS Team MPS/UPD/LAM/IAA/SSO/INTA/UPM/DASP/IDA

Uno solo su ottomila potrà dire “Ce l’ho fatta!”. In così tanti infatti, hanno partecipato al concorso “Naming Site J – Dai un nome al sito J”, sito di atterraggio del lander Philae, concorso proposto dall’Agenzia Spaziale Europea ESA, dal Centro Aerospaziale Tedesco DLR, dal Centro di Studi Spaziali francese CNES e dall’Agenzia Spaziale Italiana ASI in collaborazione con l’Istituto Nazionale di Astrofisica italiano INAF.

Ora siamo a un passo dal conoscere il nome del sito. La prima grossa scrematura porterà a una scelta di 30 nomi candidati tra i quali verrà scelto quello definitivo che verrà reso pubblico il prossimo 3 novembre. Il vincitore avrà l’onore di partecipare alla diretta del landing presso il Centro di Controllo Missione a Darmstadt, Germania il 12 novembre 2014.

Sabrina

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Informazioni su Sabrina Masiero

Ricercatore Astronomo (Tecnologo III livello) presso INAF-Osservatorio Astronomico di Palermo-Gal Hassin, Centro Internazionale delle Scienze Astronomiche di Isnello, Palermo. In precedenza: Borsista presso INAF-Osservatorio Astronomico di Padova e Fundaciòn Galileo Galilei, FGG-Telescopio Nazionale Galileo, La Palma, Isole Canarie.

I commenti sono chiusi