2006: Al TNG si scopre che Makemake e’ molto simile a Plutone

Una rappresentazione artistica di Makemake. Crediti: IAU

Una rappresentazione artistica di . Crediti: IAU

Come già annunciato in un post precedente, da oggi ha inizio una serie di post dedicati alle scoperte piu’ importanti compiute dal -Telescopio Nazionale Galileo. La scelta delle notizie e’ personale e parte dal 2006. Sono convinta che un’altra persona avrebbe potuto scegliere qualcosa di diverso. Le notizie in inglese sono tutte disponibili nella sezione News del TNG.

Nel 2006 grazie a allo spettrografo NICS montato al TNG – Telescopio Nazionale Galileo viene confermato che l’oggetto trans-nettuniano 2005 FY9, denominato successivamente Makemake, e’ in realtà molto simile a come composizione.

E’ il 2006 e si stanno osservando i primi oggetti al di la’ dell’orbita di Nettuno, gli oggetti che poi sono stati definiti oggetti trans nettuniano (TNO-Trans Neptunian Object). Makemake e’ uno di questi, in particolare e’ il terzo oggetto trans-nettuniano scoperto dopo 2003 UB313 (Eris) e Plutone.

Al TNG –Telescopio Nazionale Galileo e al WHT-William Herschel Telescope vennero portate avanti una serie di osservazioni di Makemake. In particolare, la spettroscopia nel vicino infrarosso di Makemake venne compiuta grazie allo spettrografo NICS montato al TNG, mentre la spettroscopia nel visibile, fu ottenuta grazie allo spettrografo ISIS montato al WHT.

Se si confrontano gli spettri completi nel visibile e vicino infrarosso di Makemake con quelli di Plutone, si osserva che i due oggetti sono molto simili, con una grande abbondanza di ghiaccio di metano. Anche il colore superficiale rosso e’ simile a quella di Plutone, ed evidenzia la presenza di complessi componenti organici sulla superficie. I due oggetti hanno dimensioni quasi simili, Makemake e’ circa 0,70 volte Plutone.

Il nome Makemake richiama la divinità della creazione secondo la mitologia pasquense, ossia la mitologia dei Rapa Nui, la popolazione aborigena dell’Isola di Pasqua, nell’Oceano Pacifico orientale, a quasi quattromila chilometri in linea d’aria dalle coste del Cile.

Anche se scoperto nel marzo 2005 dall’astronomo americano M. Brown e dai colleghi dell’Osservatorio di Monte Palomar, la scoperta non venne annunciata prima del 29 luglio, giorno in cui venne annunciata anche la scoperta di Eris e, due giorni più tardi, di Haumea, (136108) 2003 EL61, oggetto trans nettuniano che porta il nome in onore della dea hawaiana della fertilità.

In altre parole, il risultato ottenuto al TNG dimostra che Makemake e’ un gemello di Plutone. Pochi mesi più tardi Plutone venne declassato a pianeta nano del Sistema Solare assieme a Eris e Cerere da parte della IAU-International Astronomical Union.

Fonte:

TNG – TNG and WHT Observations Prove that the Large Trans-Neptunian Object 2005 FY9 is Very Similar to Pluto – http://www.tng.iac.es/news/2006/01/16/2005fy9/

IAU – http://www.iau.org/news/pressreleases/detail/iau0806/

Sabrina

Taggato , , , , . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Informazioni su Sabrina Masiero

Ricercatore Astronomo (Tecnologo III livello) presso INAF-Osservatorio Astronomico di Palermo-Gal Hassin, Centro Internazionale delle Scienze Astronomiche di Isnello, Palermo. In precedenza: Borsista presso INAF-Osservatorio Astronomico di Padova e Fundaciòn Galileo Galilei, FGG-Telescopio Nazionale Galileo, La Palma, Isole Canarie.

I commenti sono chiusi