Diamo un nome agli ESOPIANETI

Rappresentazione artistica di un sistema planetario. Crediti: Mark Garlick, space-art.co.uk.

Rappresentazione artistica di un sistema planetario. Crediti: Mark Garlick, space-art.co.uk.

di Caterina Boccato

AFFRETTATI!! HAI TEMPO FINO AL 20 MAGGIO PER INVIARCI LA TUA PROPOSTA!

La Campagna promossa dall’Unione Astronomica Internazionale – IAU – è ufficialmente aperta! Sono disponibili i 20 sistemi planetari sui quali sfidarsi per attribuire il nome. Al contest possono partecipare organizzazioni no profit, società astronomiche amatoriali e le divisioni divulgative di enti e società professionali. Per questo abbiamo organizzato un’attività di supporto per permettere a TUTTI, ANCHE SINGOLI O GRUPPI DI AMICI E STUDENTI, di partecipare attraverso INAf e SAIt.

 

Il sito ufficiale di IAU per partecipare al contest

Il sito ufficiale di IAU per partecipare al contest

Partecipa anche tu alla Campagna lanciata dall’Unione Astronomica Internazionale per dare un nome agli Esopianeti!

Invia la tua proposta, entro il 20 maggio, all’indirizzo nameexoworld@brera.inaf.it seguendo le regole riportate qui sotto.

SCARICA IL Bando NameExoworlds 

Sono 20 gli ExoWorlds a cui è possibile attribuire un nome seguendo le regole presenti nel sito web dedicato!

INAF e SAIt sono accreditate come organizzazione aventi diritto a proporre il nome per uno soltanto dei 20 EXOWORLD già selezionati e riportati nella lista in questo file Top Twenty.

Possiamo sottomettere 2 sole proposte: una dalla divisone INAF, l’altra dalla divisione SAIt.

NOTA IMPORTANTISSIMA: Con EXOWORLD si intende il sistema stella + pianeta/i .

Se si sceglie un EXOWORLD formato da 1 stella e 1 pianeta si dovranno attribuire 2 nomi, se si sceglie un EXOWORLD formato da 1 stella e 3 pianeti si dovranno attribuire 4 nomi. Vi sono alcuni sistemi (i primi della lista) dove la stella ha già un nome e, in tal caso, si dovrà attribuire il nome solo al pianeta.

Per ExoWorlds IAU intende il sistema complessivo, formato dalla stella e dal pianeta/dai pianeti. Tra i 20 ExoWorld scelti, 15 (i pallini rosa e i gialli nell’immagine) sono formati da un solo pianeta intorno alla stella mentre i restanti hanno più di un pianeta intorno alla stella. Il numero di nomi che si deve sottomettere nella proposta dipende quindi dal tipo di sistema che si sceglie. In tutti i sistemi (tranne 5 casi eccezionali rappresentati dai pallini rosa nell’immagine) si deve assegnare il nome sia alla stella sia al/ai pianeta/i. Le 5 eccezioni si riferiscono ai sistemi formati da stelle già famose, con nomi ormai storici, che non è più possibile cambiare. In totale gli oggetti che per l’estate prossima avranno un nome proprio sono 47 (15 stelle e 32 pianeti).

Per ExoWorlds IAU intende il sistema complessivo, formato dalla stella e dal pianeta/dai pianeti. Tra i 20 ExoWorld scelti, 15 (i pallini rosa e i gialli nell’immagine) sono formati da un solo pianeta intorno alla stella mentre i restanti hanno più di un pianeta intorno alla stella. Il numero di nomi che si deve sottomettere nella proposta dipende quindi dal tipo di sistema che si sceglie. In tutti i sistemi (tranne 5 casi eccezionali rappresentati dai pallini rosa nell’immagine) si deve assegnare il nome sia alla stella sia al/ai pianeta/i. Le 5 eccezioni si riferiscono ai sistemi formati da stelle già famose, con nomi ormai storici, che non è più possibile cambiare. In totale gli oggetti che per l’estate prossima avranno un nome proprio sono 47 (15 stelle e 32 pianeti).

Per ExoWorlds IAU intende il sistema complessivo, formato dalla stella e dal pianeta/dai pianeti. Tra i 20 ExoWorld scelti, 15 (i pallini rosa e i gialli nell’immagine) sono formati da un solo pianeta intorno alla stella mentre i restanti hanno più di un pianeta intorno alla stella. Il numero di nomi che si deve sottomettere nella proposta dipende quindi dal tipo di sistema che si sceglie. In tutti i sistemi (tranne 5 casi eccezionali rappresentati dai pallini rosa nell’immagine) si deve assegnare il nome sia alla stella sia al/ai pianeta/i. Le 5 eccezioni si riferiscono ai sistemi formati da stelle già famose, con nomi ormai storici, che non è più possibile cambiare. In totale gli oggetti che per l’estate prossima avranno un nome proprio sono 47 (15 stelle e 32 pianeti).

QUI Stelle exoworld e suggestioni TROVERETE ALCUNE INFORMAZIONI SUGGESTIVE SULLE STELLE MADRI DEI NOSTRI 20 EXOWORLD.

Vi sono delle regole ben precise per l’attribuzione dei nomi che vanno lette con attenzione al seguente indirizzo http://www.nameexoworlds.org/the_process sotto “Rules and Privacy”.

Siccome INAF potrà sottomettere una e una sola proposta, e lo stesso vale per la SAIt, si è costituita un’unica commissione composta da 4 componenti del gruppo di lavoro IAU e da 3 astronomi che si occupano di Esopianeti in modo da selezionare le 2 proposte (una INAF e una SAIt) da sottomettere a IAU.

La commissione dovrà ricevere, entro e non oltre, il 20 maggio, la proposta del nome di uno (o anche più d’uno per chi vuole cimentarsi) dei 20 EXOWORLD della lista.

La proposta, così come riportato nelle regole [http://www.nameexoworlds.org/the_process ] che vi invitiamo a leggere con molta attenzione, deve essere accompagnata da una giustificazione dettagliata in inglese di massimo 250 parole. La giustificazione deve essere ovviamente tale da giustificare la scelta del – o dei – nome/i.

Naturalmente vanno seguite le indicazioni riportate nel capitolo “What names can be submitted?” che si trova al suddetto link.

NB: non è possibile per i singoli individui o gruppi registrarsi e sottomettere il nome, possono farlo solo le organizzazioni accreditate.

Quindi la proposta può essere sottomessa alla commissione da chiunque (singolarmente o in gruppo) desideri cimentarsi in questa divertente prova, naturalmente consapevole del fatto che se dovesse essere scelta la sua proposta, essa sarà sottomessa da INAF e/o da SAIt (in caso di scelta da parte di IAU sarà comunque riconosciuto il o gli autore/i) .

Siamo a disposizione per chiarimenti, suggerimenti e quanto possa servire a chi volesse fare una propria proposta.

Ginevra Trinchieri | Maria Teresa Fulco | Caterina Boccato | Stefano Sandrelli   nameexoworld@brera.inaf.it

Caterina

Pubblicato su EDU.INAF.IT – Diamo un nome agli Esopianeti 

 

 

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Informazioni su Sabrina Masiero

Ricercatore Astronomo (Tecnologo III livello) presso INAF-Osservatorio Astronomico di Palermo-Gal Hassin, Centro Internazionale delle Scienze Astronomiche di Isnello, Palermo. In precedenza: Borsista presso INAF-Osservatorio Astronomico di Padova e Fundaciòn Galileo Galilei, FGG-Telescopio Nazionale Galileo, La Palma, Isole Canarie.

I commenti sono chiusi