La Dieta Planetaria: al via la scelta dei nomi da dare agli esopianeti

Il menu della dieta planetaria. Crediti: Caterina Boccato (infografica) e Sabrina Masiero (testo). Collaborazione con Serena Benatti, Riccardo Claudi e Roberto Silvotti

Il menu della dieta planetaria. Crediti: Caterina Boccato (infografica) e Sabrina Masiero (testo). Collaborazione con Serena Benatti, Riccardo Claudi e Roberto Silvotti

Leggi qui il menu della DIETA PLANETARIA. Da questo momento anche tu puoi dare un nome ad uno dei venti sistemi planetari scelti nei mesi scorsi e partecipare alla Campagna lanciata dalla IAU-Unione Astronomica Internazionale per dare un nome ai pianeti extrasolari, NameExoWorlds.

Venti sistemi planetari che formano il menu planetario suddiviso in cinque giorni. Questo menu si articola in una colazione ricca, in un pranzo sostanzioso, in una merenda a metà pomeriggio e in una cena leggera. Tutto a base di stelle e pianeti. Il contenuto calorico dipende dal numero di pianeti che ospita un dato sistema planetario. Puoi scegliere un nome da assegnare solo al pianeta, oppure al sistema stella e pianeta, oppure al sistema stella e pianeti (da due fino a un massimo di cinque).

Quale giorno e quale sistema planetario sceglierai per il tuo palato?

La scelta del nome deve seguire le regole dettate dalla IAU che trovate elencate qui (sotto Rules and Privacy).

Per maggiori informazioni su come partecipare, leggi il bando.

Il sito ufficiale di IAU per partecipare al contest

Il sito ufficiale di IAU per partecipare al contest

La lista dei venti sistemi planetari la trovi qui (Top Twenty), che potrà essere utile per l’immaginazione, per ispirarvi e per conoscere un po’ di più il sistema che più fa per voi. Inoltre, altre informazioni sui sistemi le trovate qui .

INAF-Istituto Nazionale di Astrofisica e SAIt-Società Astronomica Italiana sono accreditate come organizzazione aventi diritto a proporre il nome per uno soltanto dei 20 ExoWorlds già selezionati e riportati nella lista Top Twenty. Possiamo sottomettere due sole proposte: una dalla divisione INAF e una dalla divisione SAIt.

Manda la tua scelta a

Ginevra Trinchieri , Maria Teresa Fulco, Caterina Boccato, Stefano Sandrelli all’indirizzo: nameexoworld@brera.inaf.it

Buona Fortuna!

Sabrina

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Informazioni su Sabrina Masiero

Ricercatore Astronomo (Tecnologo III livello) presso INAF-Osservatorio Astronomico di Palermo-Gal Hassin, Centro Internazionale delle Scienze Astronomiche di Isnello, Palermo. In precedenza: Borsista presso INAF-Osservatorio Astronomico di Padova e Fundaciòn Galileo Galilei, FGG-Telescopio Nazionale Galileo, La Palma, Isole Canarie.

I commenti sono chiusi