10 Tatooine nella nostra Galassia

Rappresentazione artistica di un pianeta extrasolare circumbinario simile a Kepler-453b. Crediti: NASA/JPL-Caltech/T Pyle

Rappresentazione artistica di un pianeta extrasolare circumbinario simile a Kepler-453b. Crediti: NASA/JPL-Caltech/T Pyle

Quattro anni dopo la scoperta del primo pianeta circumbinario con il Telescopio Spaziale Kepler della NASA arriva la notizia che pianeti di questo tipo, formati da pianeti che orbitano attorno a due stelle, sono piuttosto comuni nella nostra Galassia. Durante la XIX Assemblea Generale dell’Unione Astronomica Internazionale è arrivata la notizia della scoperta del decimo pianeta di questo tipo, che ricorda il pianeta immaginario di Star Wars.

Kepler-453 b, questo il nome del pianeta extrasolare, ha un’altra caratteristica molto peculiare: la sua orbita cambia inclinazione rapidamente, rendendo possibile l’osservazione di transiti solo per il 9% del tempo. Quindi, l’individuazione di Kepler-453b è stato davvero un colpo di fortuna. La variazione di orientamento del piano orbitale del pianeta, conosciuta come precessione, ha portato il sistema ad avere il giusto allineamento in tempi recenti, consentendo l’osservazione di tre transiti prima la fine della missione. Una così bassa probabilità di rilevazione dei transiti significa che per ogni sistema che scopriamo del tipo di Kepler-453 ce ne sono almeno 11 altri che non siamo in grado di vedere.

Si è stimato che il periodo di precessione di Kepler-453b sia di circa 103 anni. La prossima serie di transiti sarà visibile nel 2066.
Kepler-453 b ha un raggio pari a 6.2 volte quello della Terra. La massa del pianeta non è misurabile con i dati attuali, ma è probabilmente inferiore a 16 masse terrestri. Il pianeta impiega 240 giorni per orbitare intorno alle sue stelle, mentre queste orbitano una attorno all’altra compiendo un ciclo intero ogni 27 giorni. Si tratta di un gigante gassoso che cade nella fascia abitabile della sua coppia di stelle ospiti, ma il pianeta non può ospitare forme di vita come noi la conosciamo.

La stella più grande contiene circa il 94% della massa del nostro Sole, mentre la quella più piccola ne contiene solo il 20% ed è molto più fredda e debole. Il sistema si trova in direzione della costellazione della Lira, a circa 1.400 anni luce di distanza da noi, e si stima che abbia tra 1 e 2 miliardi di anni di età, molto più giovane del nostro sistema solare.

Fonte e crediti Media INAF – Scoperto il decimo Tatooine 

Sabrina

Taggato , , . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Informazioni su Sabrina Masiero

Ricercatore Astronomo (Tecnologo III livello) presso INAF-Osservatorio Astronomico di Palermo-Gal Hassin, Centro Internazionale delle Scienze Astronomiche di Isnello, Palermo. In precedenza: Borsista presso INAF-Osservatorio Astronomico di Padova e Fundaciòn Galileo Galilei, FGG-Telescopio Nazionale Galileo, La Palma, Isole Canarie.

I commenti sono chiusi