Tuttti i pianeti di Kepler

Il sistema Kepler 62 in una rappresentazione artistica. Crediti NASA.

Il sistema Kepler 62 in una rappresentazione artistica. Crediti NASA.

Se mettessimo assieme tutti i pianeti scoperti finora dal Telescopio Spaziale Kepler della NASA che cosa potremmo ottenere?

Prima di tutto, facciamo parlare i numeri. Kepler ha scoperto 685 sistemi planetari, sistemi formati da una stella e da uno o più pianeti. In totale, il loro numero arriva a 1705 (dato relativo al 24 novembre 2015).

L’individuazione di questi oggetti è stata fatta grazie alla diminuzione di luce della stella che si verifica durante il transito del pianeta davanti alla stella madre. Una combinazione di fattori geometrici, dunque, che sono legati all’allineamento pianeta-stella con l’osservatore terrestre.

Di questi sistemi planetari sono stati fatti delle rappresentazioni artistiche dato che l’osservazione diretta non è possibile per la loro distanza enorme, per la loro luce estremamente debole e perché sono estremamente vicini alla loro stella madre. Mettendo assieme le varie rappresentazioni artistiche dei sistemi planetari si ottiene questo divertente animazione realizzata da astrocubs: le dimensioni delle orbite planetarie sono in scala, ma non le dimensioni dei pianeti. Per esempio, Giove è 11 volte più grande della Terra, ma questa scala renderebbe i pianeti delle dimensioni terrestri praticamente invisibili (oppure, i gioviani estremamente grandi). Le orbite non sono perfettamente circolari, ma sono tutte sincronizzate.

I dati provengono dall’archivio NASA sui pianeti extrasolari, NASA Exoplanet Archive.

La versione precedente di Orrey III si può trovare sul sito di Kepler della NASA  e su YouTube:

Sabrina

Informazioni su Sabrina Masiero

Ricercatore Astronomo (Tecnologo III livello) presso INAF-Osservatorio Astronomico di Palermo-Gal Hassin, Centro Internazionale delle Scienze Astronomiche di Isnello, Palermo. In precedenza: Borsista presso INAF-Osservatorio Astronomico di Padova e Fundaciòn Galileo Galilei, FGG-Telescopio Nazionale Galileo, La Palma, Isole Canarie.
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Una risposta a Tuttti i pianeti di Kepler

  1. Ricardo L. Garcia dice:

    Eccelente articolo, come sempre