Abitare lo spazio – Laboratori per studenti all’INAF di Padova

La Specola di Padova, sede dell'INAF-Osservatorio Astronomico di Padova. Crediti e copyright: INAF/Osservatorio di Padova/Valeria Zanini

La Specola di Padova, sede dell’INAF-Osservatorio Astronomico di Padova. Crediti e copyright: INAF/Osservatorio di Padova/Valeria Zanini

BNL, in collaborazione con l’INAF-Istituto Nazionale di Astrofisica, propone, in sette città, laboratori didattici intorno al tema “Abitare lo Spazio”.

Anche nel 2016 BNL Gruppo BNP Paribas aderirà al progetto “Festival della Cultura Creativa” promosso dall’ABI e rivolto ai bambini ed ai ragazzi delle scuole primarie e secondarie di primo grado (http://www.festivalculturacreativa.it ).

La Banca aderisce all’iniziativa dell’ABI, proprio per sottolineare il coinvolgimento ed l’interesse al mondo dell’arte e della cultura, a partire dal mondo dei ragazzi.

Il festival si svolgerà dal 2 all’8 maggio e riguarderà laboratori e attività in base a un tema generale, che ogni banca interpreterà secondo le proprie specificità. Il macro-tema scelto dall’ABI per il 2016 è “Abitare Sottosopra”. Abitare è il modo con cui noi uomini viviamo sulla Terra. Il luogo abitato si può estendere al vicinato, al quartiere, alla città, al verde urbano e rappresenta lo spazio dell’appartenenza collettiva.

Sono state selezionate da BNL delle classi di alcune scuole con partecipazione ai laboratori a titolo completamente gratuito (per massimo 30 ragazzi ciascuno).

Rappresentazione artistica di un gemello di Giove in orbita intorno a HIP 11915. Crediti ESO

Rappresentazione artistica di un gemello di Giove in orbita intorno a HIP 11915. Crediti ESO

Sedi dei laboratori

  • Milano – Osservatorio Astronomico di Brera
  • Torino – Osservatorio Astrofisico di Torino
  • Padova – Osservatorio Astronomico di Padova (lunedì 2 e 3 maggio 2016)
  • Bologna – Osservatorio Astronomico, IASF Bologna, IRA Bologna
  • Roma – INAF-IAPS Area della Ricerca di Roma Tor Vergata
  • Napoli – Osservatorio Astronomico di Capodimonte
  • Palermo – Osservatorio Astronomico di Palermo

L’INAF-Osservatorio Astronomico di Padova propone un percorso laboratoriale dal titolo “Luce sugli esopianeti abitabili” che parte dall’analisi della luce emessa dal Sole, fonte primaria di energia e calore per i processi vitali, per andare poi all’analisi della luce emessa dalle altre stelle e da come questa possa manifestarsi in altri pianeti, in ambienti diversi dalla Terra ma con possibili forme di vita.

Il percorso arriva ad affrontare una delle tematiche più affascinanti di questi ultimi vent’anni e cioè la scoperta di migliaia di pianeti al di fuori del nostro sistema solare e quindi della ricerca della vita nello spazio. Si parlerà della tecnologia per rilevare tali oggetti e dell’ipotetico ambiente, dal punto di vista dell’illuminamento, che potrebbe svilupparsi su questi esopianeti.

Il laboratorio permette di capire come gli astronomi ricavano le informazioni sui corpi celesti attraverso i loro colori, ossia attraverso il loro arcobaleno (spettro). A tal fine, verranno usate numerose lampade che simulano altrettante stelle. Le lampade sono osservate attraverso degli speciali occhiali con reticolo di diffrazione (le lenti degli occhialini hanno 400 righe per millimetro).

Poster realizzato da BNL per i laboratori per bambini Abitare lo Spazio, realizzati in collaborazione con INAF-Istituto Nazionale di Astrofisica. Questo è quello relativo alla sezione padovana, presso INAF-Osservatorio Astronomico di Padova. Crediti: BNL

Poster realizzato da BNL per i laboratori per bambini Abitare lo Spazio, realizzati in collaborazione con INAF-Istituto Nazionale di Astrofisica. Questo è quello relativo alla sezione padovana, presso INAF-Osservatorio Astronomico di Padova. Crediti: BNL

La parte teorica è sviluppata in un power point corredato con vari spettri ottenuti all’Osservatorio Astrofisico di Asiago.

Dopo aver compiuto un viaggio attraverso la luce di queste stelle si passerà ai mondi che gli orbitano attorno, cercando di capire come dalla luce e dalla sua mancanza si possa dedurre la natura del pianeta, il colore della nostra ombra su un pianeta con due stelle di tipo spettrale differente, arrivando infine ai colori delle piante su stelle calde e stelle fredde. Ci potremmo mai spingere su mondi così lontani?

L’INAF di Padova propone un percorso laboratoriale dal titolo “Luce sugli esopianeti abitabili” che parte dall’analisi della luce emessa dal Sole, fonte primaria di energia e calore per i processi vitali, per andare poi all’analisi della luce emessa dalle altre stelle e da come questa possa manifestarsi in altri pianeti, in ambienti diversi dalla Terra ma con possibili forme di vita.

Il percorso arriva ad affrontare una delle tematiche più affascinanti di questi ultimi vent’anni e cioè la scoperta di migliaia di pianeti al di fuori del nostro sistema solare e quindi della ricerca della vita nello spazio. Si parlerà della tecnologia per rilevare tali oggetti e dell’ipotetico ambiente, dal punto di vista dell’illuminamento, che potrebbe svilupparsi su questi esopianeti.

Il laboratorio permette di capire come gli astronomi ricavano le informazioni sui corpi celesti attraverso i loro colori, ossia attraverso il loro arcobaleno (spettro). A tal fine, verranno usate numerose lampade che simulano altrettante stelle. Le lampade sono osservate attraverso degli speciali occhiali con reticolo di diffrazione (le lenti degli occhialini hanno 400 righe per millimetro).

La parte teorica è sviluppata in un power point corredato con vari spettri ottenuti all’Osservatorio Astrofisico di Asiago.

Dopo aver compiuto un viaggio attraverso la luce di queste stelle si passerà ai mondi che gli orbitano attorno, cercando di capire come dalla luce e dalla sua mancanza si possa dedurre la natura del pianeta, il colore della nostra ombra su un pianeta con due stelle di tipo spettrale differente, arrivando infine ai colori delle piante su stelle calde e stelle fredde. Ci potremmo mai spingere su mondi così lontani?

Sito web di riferimento AltriMondi- Uno, Nessuno Cemtomila… Sistemi Solari dell’INAF

INAF-Osservatorio Astronomico di Padova

Festival della Cultura Creativa

Sabrina

 

 

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Informazioni su Sabrina Masiero

Ricercatore Astronomo (Tecnologo III livello) presso INAF-Osservatorio Astronomico di Palermo-Gal Hassin, Centro Internazionale delle Scienze Astronomiche di Isnello, Palermo. In precedenza: Borsista presso INAF-Osservatorio Astronomico di Padova e Fundaciòn Galileo Galilei, FGG-Telescopio Nazionale Galileo, La Palma, Isole Canarie.

I commenti sono chiusi