Pianeti abitabili attorno a stelle giganti rosse?

Rappresentazione artistica di un pianeta attorno ad una stella rossa. Si notano altri pianeti lontani. Crediti: M. Kornmesser / ESO.

Rappresentazione artistica di un pianeta attorno ad una stella rossa. Si notano altri pianeti lontani. Crediti: M. Kornmesser / ESO.

Vita su pianeti attorno a stelle giganti rosse – Non solo attorno a stelle simili al Sole, ma anche attorno a stelle evolute. Questa è il nuovo obiettivo nella ricerca di pianeti extrasolari portata avanti da un gruppo di ricercatori americani della Cornell University, Ithaca, New York.

L’obiettivo è molto più intrigante: cercare pianeti potenzialmente abitabili, che si vengono a trovare nella zona di abitabilità della loro stella, ossia quella regione spaziale dove l’acqua può trovarsi in forma liquida sulla superficie planetaria.

La fase di gigante rossa per una stella è successiva a quella di sequenza principale, ossia la fase in cui una stella brucia tranquillamente il suo idrogeno nella regione centrale. La fase di gigante rossa inizia quando l’idrogeno è stato convertito in elio nel core (o nucleo della stella). Il core si contrae un po’ e si accendono altre reazioni termonucleari in un guscio al di sopra del nucleo stesso. Velocemente la stella inizia a gonfiarsi diventando appunto una gigante rossa, migliaia di volte più luminosa di quanto lo era prima.

E’ possibile che vi siano dei pianeti attorno a stelle giganti rosse, anzi pianeti che cadono nella zona di abitabilità di queste stelle. Man mano che la stella evolve, la zona di abitabilità si sposta sempre più lontano dalla stella, per cui pianeti potenzialmente abitabili con acqua liquida sulla superficie si troverebbero più lontano di quanto potrebbero essere i pianeti potenzialmente abitabili attorno a una stella di sequenza principale.

Tuttavia, sulla base della massa iniziale della stella, i pianeti (e i loro satelliti) possono rimanere in questa regione abitabile della stella anche per tempi scala molto lunghi, dell’ordine dii 10 miliardi di anni. Questi pianeti lontani dalla loro stella risulterebbero freddi, o forse si potrebbe usare il termine “scongelati”, in grado però di mantenere il calore anche per mezzo miliardo di anni, tempo sufficiente per poter sviluppare una qualche forma di vita.

In un lontano futuro, mondi come questi potrebbero perciò diventare abitabili, in orbita attorno a stelle giganti rosse e rimanervi a lungo, per miliardi di anni, dando forse origine anche a possibili forme di vita.

Una piacevole intervista, con sottotitoli in italiano, di Lisa Kaltenegger, Direttrice del Carl Sagan Institute – Cornell University, Ithaca, New York, realizzata da Marco Galliani, Media INAF, durante la XXIX IAU General Assembly, 2015.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Informazioni su Sabrina Masiero

Ricercatore Astronomo (Tecnologo III livello) presso INAF-Osservatorio Astronomico di Palermo-Gal Hassin, Centro Internazionale delle Scienze Astronomiche di Isnello, Palermo. In precedenza: Borsista presso INAF-Osservatorio Astronomico di Padova e Fundaciòn Galileo Galilei, FGG-Telescopio Nazionale Galileo, La Palma, Isole Canarie.

I commenti sono chiusi