Jocelyn Bell, la donna che scoprì le pulsar

di Luciana Ziino, Fondazione GAL Hassin-Centro Internazionale per le Scienze Astronomiche, Isnello Nel 1967 una giovane dottoranda all’Università di Cambridge riconobbe nei tracciati cartacei di un nuovo radiotelescopio un segnale anomalo, che si ripeteva ogni 1,3 secondi e proveniva sempre dalla stessa direzione in cielo. Era un messaggio proveniente da … Continua a leggere …