Laboratorio didattico: quanto sono distanti i pianeti del Sistema Solare

di Alessandro Nastasi, Fondazione GAL Hassin 

Laboratorio 2

Quanto sono DISTANTI i pianeti del Sistema Solare?
Per comprendere le dimensioni del nostro Sistema Solare, è sicuramente utile cercare di visualizzare le distanze tra i vari pianeti, prendendo come unità di misura la distanza media tra Terra e Sole (detta, infatti, Unità Astronomica (UA), pari a 1 UA = 149 600 000 km).

Credits: Roberto Molar Candanosa/Scott S. Sheppard/Carnegie Institution for Science.

 

Obiettivo del laboratorio
Realizzare un modello in scala delle dimensioni del Sistema Solare, magari utilizzando i modelli dei pianeti realizzati nel Laboratorio 1.

Obiettivi di apprendimento

I ragazzi saranno in grado di:
– elencare i pianeti del Sistema Solare
– posizionare i pianeti in ordine di distanza dal Sole
– percepire le enormi distanze (e quindi la vastità del vuoto) presenti tra i corpi del nostro Sistema Solare, e quindi anche le scale sulle quali agisce l’attrazione gravitazionale del Sole

Materiale
– Modelli o riferimenti per ciascun pianeta, magari realizzati nel Laboratorio 1
– Un metro da sarto
– Uno spazio ampio almeno 30 metri
– Calcolatrice

Descrizione dell’attività
1. Anche in questo caso, occorrerà iniziare il modello riferendosi alla Terra, che verrà posta dal Sole alla distanza di 1 metro: questa sarà la nostra Unità Astronomica (1 metro = 1 UA), riferimento per le successive distanze, come riportate in tabella:

 

2. Posizionare dei riferimenti in corrispondenza delle distanze di ciascun pianeta. A questo scopo, è possibile utilizzare i dischetti dei pianeti in scala realizzati nell’esperienza del Laboratorio N.1, ma …

ATTENZIONE: le dimensioni dei pianeti NON saranno alla stessa scala delle distanze. È quasi impossibile, cioè, realizzare un modello di sistema solare in cui sia le dimensioni che le distanze risultino in scala: questo a causa del fatto che le dimensioni dei pianeti sono estremamente piccole se confrontate con le distanze interplanetarie. Ad esempio, nel nostro esperimento dove 1 UA = 1 metro, il Sole dovrebbe avere il diametro di 1 centimetro, e la Terra di circa 0.001 centimetri (1 millimetro)!

3. Una volta coperte le distanze in scala fino a Nettuno (c.ca 30 metri), osservare come sono disposti i pianeti, e provare a rispondere alle seguenti domande:

a. I pianeti sono tutti alla stessa distanza gli uni dagli altri, o ci sono zone in cui si concentrano maggiormente?
b. Si stima che il “confine” del Sistema Solare sia posto nella “Nube di Oort”: una regione sferica costituita da miliardi di corpi ghiacciati, che costituiscono i nuclei delle comete, posta a circa 10.000 miliardi di km dal Sole. A quanti metri si troverebbe la Nube di Oort nel nostro modello dove 1 UA = 1 metro?

 

Conclusioni
Questa serie di laboratori aiuterà i ragazzi a conoscere le scale del Sistema Solare, comprendendo sia le differenti dimensioni dei pianeti, che le distanze che li separano. I ragazzi si accorgeranno che i pianeti esterni sono molto più grandi di quelli interni, imparando a rapportare in modo preciso la loro grandezza, e che i pianeti interni si trovano concentrati in un volume molto più piccolo di quelli esterni, tra i quali esistono invece enormi spazi (quasi) vuoti.
Il laboratorio sarà anche l’occasione per capire come si costruisce un modello in scala e quanto sia utile per confrontare oggetti enormi come i pianeti.

PER SCARICARE IL LABORATORIO DIDATTICO SULLE DISTANZE TRA I PIANETI DEL NOSTRO SISTEMA SOLARE IN FORMATO PDF CLICCARE QUI.

Taggato , , , . Aggiungi ai preferiti : permalink.

Informazioni su Sabrina Masiero

Direttore Responsabile della Didattica e Divulgazione presso la Fondazione GAL Hassin-Centro Internazionale delle Scienze Astronomiche, Isnello, (Palermo) e associata INAF-Osservatorio Astronomico di Palermo. Ho lavorato presso INAF-Osservatorio Astronomico di Padova e la Fundaciòn Galileo Galilei, FGG-Telescopio Nazionale Galileo, La Palma, Isole Canarie nell'ambito dei pianeti extrasolari.

I commenti sono chiusi.